Carte false per ottenere il permesso di soggiorno, espulsione per 12 stranieri

JESI – Continuano incessantemente i controlli degli investigatori del Commissariato di Jesi, agli ordini del Dirigente Michele Morra, volti al contrasto dell’immigrazione irregolare. A finire nella rete degli investigatori questa volta è toccato a 12 extracomunitari che, avvalendosi di uno straniero cittadino del Camerun, avevano chiesto il rinnovo del permesso di soggiorno per motivi umanitari presso il Commissariato di Jesi presentando una falsa comincazione di ospitalità. Questa attività di contrasto all’immigrazione clandestina segue ad analoghe operazioni concluse nei mesi precedenti che hanno visto indagati in stato di libertà oltre 50 stranieri.
Gli agenti hanno accertato con puntuali verifiche e controlli che i soggetti richiedenti il rinnnovo del permesso di soggiorno non solo non conoscevano Jesi ma non avevano mai abitato nella abitazione dichiarata di via Gallodoro, di proprietà del cittadino del Camerun, regolarmente soggiornante in Italia che metteva a disposizione dei richiedenti la sua abitazione presentando false comunicazioni di ospitalità.
Una volta ottenuta la dichiarazione gli stranieri si presentavano al Commissariato di Jesi per richiedere il permesso di soggiorno. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina mentre i 12 stranieri per aver utilizzato false dichiarazioni al fine di ottenere l’autorizzazione a permanere nel territorio dello Stato e nei loro confronti saranno adottatti provvedimenti di espulsione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*