Casa di Riposo verso ampliamento e restyling: sarà pronta per il 2026 - Password Magazine

Festival Pergolesi

Casa di Riposo verso ampliamento e restyling: sarà pronta per il 2026

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Saranno appaltati entro l’anno i lavori di ristrutturazione e ampliamento della Casa di Riposo di via Gramsci. Lo hanno annunciato questa mattina Comune di Jesi e Asp Ambito 9, giunti alla fase di approvazione del progetto definitivo.

 «Sarà una grande struttura, necessaria ad accogliere gli anziani non soltanto del territorio di Jesi ma anche della Vallesina – fa sapere l’assessore ai Servizi sociali Marialuisa Quaglieri -Il fine è quello di prendersi cura delle persone in difficoltà e di farlo nel modo più appropriato».
Il progetto prevede la ristrutturazione, messa in sicurezza e ampliamento della struttura. L’iter è piuttosto complesso ma giunto finalmente alla fase cruciale: a breve si passerà all’approvazione del progetto esecutivo, passaggio necessario per l’appalto dei lavori. Lo fa sapere il direttore dell’Asp 9 Franco Pesaresi: «I lavori riguarderanno circa 6.500 metri quadri di edificio che, tuttavia, continuerà ad essere funzionante. Non ci saranno chiusure ma a mano a mano che il cantiere interesserà determinati spazi, gli anziani saranno spostato in stanze adibite per la degenza. Per questo dovremo liberare alcuni ambienti ora occupati da uffici e dalla lavanderia».
I lavori saranno divisi in due lotti per una spesa complessiva di  7,3 mln di euro, in parte magari coperti anche attingendo da fondi Pnrr. La Casa di Riposo una volta rinnovata disporrà di 32 posti letto in più, passando dai 106 attuali a 138. Di questi, 20 saranno riservati a RSA, ovvero a ospiti con necessità di assistenza elevata; 12 saranno per nucleo demenze, 88 per residenza protetta per anziani (non autosufficienti) e 18 di casa di riposo.
Il tutto con assistenza h24. Tempi?
«Il progettista ha 60 giorni di tempo per consegnare l’esecutivo, che dovrà poi passare al vaglio di un revisore. Questa fase potrebbe impiegare circa 4 mesi – spiega Pesaresi -Si stima che, dopo l’apertura della gara d’appalto, entro la fine dell’anno riusciremo ad affidare i lavori». Il cantiere per il primo lotto (6,7 milioni di euro) avrà una durata di 27 mesi, il secondo (600 mila euro) di 6 mesi. «Entro l’estate del 2026 – aggiunge Pesaresi – i lavori dovrebbero essere completati nella loro interezza».
«Un percorso complicato ma importante  – è il commento di Matteo Marasca, presidente dell’Asp Ambito 9 -. Un’opera che richiederà sicuramente il confronto poi con la futura Amministrazione. Come Asp, mi sento di ringraziare il Comune di Jesi, con cui insieme abbiamo raggiunto l’obiettivo, quello di avere una struttura più ampia e che dunque offrirà più servizi. Dalle parole, finalmente, si è passato ai fatti».
Infine le dichiarazioni del sindaco Massimo Bacci: «I territori vincono se sanno essere attenti alle esigenze dei più deboli. Anche quando ci sono di mezzo le acquisizioni di attività industriali, gli imprenditori guardano a tutto il contesto, a ciò che un territorio riesce a proporre a livello di servizi. E noi in questo siamo di gran lunga avanti rispetto a tanti altri comuni».
Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.