Caso Lenti in Commissione Controllo e Garanzia, è scontro tra Bacci e Animali | | Password Magazine

Caso Lenti in Commissione Controllo e Garanzia, è scontro tra Bacci e Animali

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Toni accesi ieri alla Commissione di controllo e garanzia. Convocata dal presidente Samuele Animali, consigliere all’opposizione con il gruppo Jesi in Comune, la commissione esercita funzioni di verifica in ordine all’attuazione del programma di mandato, mozioni e ordini del giorno. Presente dunque la Giunta al completo, oltreché consiglieri di maggioranza e minoranza.
A far scoppiare la miccia in aula consiliare, il punto riguardante «le dimissioni dell’assessora Lenti», inserito «per comprendere meglio le valutazioni dell’amministrazione sull’operato dell’assessorato e gli orientamenti circa la redistribuzione delle deleghe ed eventuale ridefinizione delle azioni e degli obiettivi dell’attuale amministrazione al riguardo», ha spiegato Animali. Un assessorato che la minoranza ritiene importante in ragione «della partecipazione e dell’associazionismo».

Il sindaco Massimo Bacci ha però subito messo in chiaro le cose: «Questa non è una domanda coerente con le finalità di questa commissione, il cui compito è quello di verificare l’andamento del programma di mandato e lo stato di attuazione di progetti e di lavori. Trovo disdicevole che è il presidente ne richieda la convocazione per fare poi attività di opposizione».

Pochi secondi di silenzio ed è partito lo scontro: da una parte Animali che insisteva sulla legittimità della domanda «una richiesta lecita, in quanto sollevare dall’incarico un assessore e ridistribuirne le deleghe rappresenta un cambio delle attività della Giunta»; dall’altra il sindaco secondo cui invece  «Controllo e Garanzia è il nome di una commissione che guarda al passato, a quanto già fatto, e non a ciò che si farà in futuro». Un battibecco che inevitabilmente ha coinvolto anche alcuni consiglieri di maggioranza e minoranza. Il sindaco ha concluso dicendo: «Sono pronto a rispondere solo sulle attività svolte dall’Amministrazione, il programma di mandato non cambia con la revoca dell’incarico di assessore alla Lenti». Animali è passato allora al punto due iscritto all’ordine del giorno, evidenziando che «il sindaco ha ritenuto di non dover rispondere alle questioni poste».

ANIMALI: «LASCIO L’INCARICO DI PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE».
BACCI: «SI E’ DIMOSTRATO INADEGUATO».

Questa mattina, il consigliere comunale Samuele Animali ha rassegnato le dimissioni da presidente della Commissione Garanzia e Controllo: «A mio credere l’andamento della seduta di ieri è stato mortificante per le istituzioni che rappresentiamo, al di là delle rispettive convinzioni circa l’interpretazione del regolamento – si legge nel testo protocollato -. D’altra parte la tracotanza che percepisco sempre più evidente nei miei riguardi, sia in seduta consiliare che a mezzo stampa, rende faticoso interpretare serenamente questo ruolo assegnatomi dai colleghi Consiglieri. Formalizzo dunque con la presente le mie dimissioni da Presidente della Commissione di controllo e garanzia».
Non tarda ad arrivare la risposta di Bacci: «Il consigliere Animali ha utilizzato il suo ruolo di presidente della Commissione Controllo e Garanzia per svolgere attività politica di opposizione, quando invece avrebbe dovuto mantenersi assolutamente terzo. Tale Commissione, infatti, si occupa di verificare e controllare l’attuazione del programma di mandato e di verificare lo stato di attuazione del documento unico di programmazione, non certo di interrogare il sindaco per sapere a chi verranno assegnate le deleghe o quali saranno le attività future. Non so se far presente queste cose significa essere tracotante, di certo Animali, nel suo ruolo di presidente della Commissione, si è dimostrato per lo meno inadeguato».

 

1 Commento su Caso Lenti in Commissione Controllo e Garanzia, è scontro tra Bacci e Animali

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.