Castelbellino in lutto, si è spento Giovanni Caruso: è stato sindaco per 30 anni | Password Magazine

Castelbellino in lutto, si è spento Giovanni Caruso: è stato sindaco per 30 anni

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

CASTELBELLINO – Si è spento ieri all’età di 89 anni il dottor Giovanni Caruso. Fu sindaco di Castelbellino con il gruppo politico Torre Civica per ben 6 legislature dal 1975 al 2004.
Caruso si è spento ieri a Osimo, nella casa di riposo dove era ospite.
«Se ne è andato in punta di piedi, con la riservatezza che l’ha sempre contraddistinto – scrivono in una nota di cordoglio gli Amici di Torre Civica – Purtroppo Caruso è deceduto a seguito dell’aggravarsi delle condizioni fisiche legate a complicazioni cardiologiche. Lo scorso marzo aveva perso la moglie Licia Bocci dopo 60 anni di vita vissute insieme. Il gruppo Torre Civica vuole ricordare la figura di Giovanni Caruso in questo triste momento. Uomo di indubbia cultura e classe, gentilezza e cordialità. Sempre disponibile all’ascolto dei cittadini è pronto a prodigarsi alle opere volte al bene della comunità. Caratteristiche queste che hanno permesso a Caruso di rivestire la carica di sindaco di Castelbellino per 29 anni ininterrotti dal 1975 al 2004».

«Un uomo di altri tempi, una persona speciale». è il cordoglio espresso da alcuni cittadini sui social. «Se ne va un pezzo della nostra storia» sono le parole della capogruppo di minoranza RitroviAmo Castelbellino Federica Carbonari, condividendo sui social la nota di Torre Civica.

Caruso era nato a Monreale e visse un primo periodo della sua vita a Palermo, dove studiò Giurisprudenza. A Castelbellino ricoprì gli incarichi di segretario comunale – e qui conobbe sua moglie – e poi a Ostra Vetere. Lavorò come dirigente del Co.Re.Co.

Tante le opere a Castelbellino targate Caruso: dalla riqualificazione territoriale allo sviluppo urbanistico, dalla realizzazione di impianti sportivi, centri sociali e scuole fino alla nascita di manifestazioni di carattere ricreativo e culturale fino all’associazionismo. Cittadino onorario e benemerito a Castelbellino, negli anni gli furono attribuiti numerosi riconoscimenti: da commendatore ad ambasciatore UNICEF a pioniere del consorzio per la diffusione del metano sul territorio della media Vallesina (oggi Cis-Servizi).
La salma si trova nella Casa Funeraria Bondoni di Castelplanio e sarà disponibile alle visite da oggi, 26 gennaio.
I funerali si svolgeranno si svolgeranno mercoledì 27 gennaio 2021 alle ore 10.30 con rito Cattolico presso la Chiesa Santa Maria Ausiliatrice di Castelbellino.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.