Castelbellino piange Nikita, angelo volato in cielo a soli 16 anni | | Password Magazine

Castelbellino piange Nikita, angelo volato in cielo a soli 16 anni

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

CASTELBELLINO – Un’intera comunità sconvolta per la morte di Nikita Panfoli, il 16enne ritrovato senza vita questa mattina nell’appartamento di Castelbellino Stazione, in via Papa Giovanni XXIII, dove viveva con la mamma.

Una tragedia che ha gettato tutti nello sconforto. Il ragazzo era già deceduto quando, questa mattina, intorno alle 7, la mamma si era recata nella sua stanza per farlo alzare.

La sveglia suonava già da un po’, impostata alle 5.30. Nikita però non si era mosso dal letto. Il ragazzo, purtroppo, era morto nel sonno. Inutile i tentativi di rianimazione del 118, intervenuti sul posto con automedica e l’ambulanza della Croce Verde di Cupramontana. Da Ancona, era arrivata anche l’eliambulanza che, però, è ripartita vuota. Non c’è stato nulla da fare per il giovane, studente al liceo artistico Mannucci di Jesi e atleta della squadra di Rugby di Jesi. Nikita lascia la mamma Helenia e il papà Roberto, straziati dal dolore.

La salma probabilmente sarà sottoposta ad esami autoptici, per stabilire con certezza le cause del decesso avvenuto per circostanze che si ipotizzano naturali.  «Non ci sono parole per quanto accaduto a questo ragazzo nato e cresciuto a Castelbellino – sono le parole del sindaco Andrea Cesaroni -. Una tragedia che avviene in un momento difficile, in cui la comunità non può neanche dimostrare la propria partecipazione al lutto con iniziative collettive. Al momento, nessuna parola può essere di conforto. Solo spazio al dolore».

Nikita era conosciuto per la sua voglia di vivere, la sua determinazione, la grinta. Era un guerriero. Anche quando, qualche mese fa, era stato travolto a bordo del suo scooter da un’auto riportando diverse fratture scomposte ad una gamba. «Con immensa tristezza nel cuore ci stringiamo intorno al dolore della famiglia – è il messaggio di cordoglio del Jesi Rugby Club – per la prematura scomparsa di Nikita, nostro promettente giocatore dell’U18. Ciao giovane guerriero».

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.