Castelbellino, rotatoria allo svincolo: ringraziamenti dal comitato di via Molino | Password Magazine
Festival Pergolesi

Castelbellino, rotatoria allo svincolo: ringraziamenti dal comitato di via Molino

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Foto Google

CASTELBELLINO – «Si è felici solo quando si ha la consapevolezza di aver raggiunto il proprio obiettivo».
Prendendo spunto da queste parole del prof. Di Bella, il comitato spontaneo di ‘Via Molino’ di Castelbellino ringrazia sentitamente «il gruppo consiliare di RitroviAmo Castelbellino e la sua capogruppo, l’avvocato Federica Carbonari, per il tempo, l’impegno
dimostrati e soprattutto per la passione, la caparbietà e la professionalità spese per raggiungere l’obiettivo di avere finalmente un progetto concreto che ponga fine all’annosa situazione che da anni abbiamo manifestato e che riguarda lo svincolo di fronte all’ex
Calamity di Castelbellino, la cui pericolosità è stata purtroppo più volte materia di cronaca».

Scrive il comitato: «Una pietra miliare per la comunità intera e soprattutto per i residenti, i commercianti e gli artigiani che quotidianamente vivono una situazione pericolosa per la pubblica sicurezza e incolumità e che ci priva di dignità in quanto cittadini che fino ad oggi sono stati sicuramente di serie “C”. Da tanti tanti anni chiedevamo risposte all’Amministrazione ma alla fine era sempre un nulla di fatto. Così, un anno fa, ci siamo costituiti come comitato e abbiamo partecipato a tavoli tecnici, ci siamo più volte incontrati e siamo diventati sempre di più… È un grazie doveroso che si amplia anche alla società Anas e ai suoi dipendenti per averci ascoltati ed aver lavorato per risolvere il problema ed al dott. Carlo Ciccioli per essersi interessato ad una grave problematica del territorio. Siamo felici perché oggi si è raggiunto l’obiettivo di un’intera comunità: noi abitanti, le varie attività industriali, artigianali e commerciali e tutte quelle persone che si trovano a venire o passare. A dimostrazione del fatto che se si vuole, si può».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.