C'è il primo treno sanitario d'Italia per pazienti covid | Password Magazine

C’è il primo treno sanitario d’Italia per pazienti covid

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Foto da Dipartimento Protezione Civile

MILANO – E’ stata presentato la mattina del 9 marzo in Stazione Centrale a Milano il primo «treno sanitario» d’Italia, un mezzo che trasporterà su binari i malati gravi di coronavirus, anche per quelli in terapia intensiva. Il treno, nato dalla collaborazione fra Trenitalia, Protezione Civile e Agenzia Regionale Emergenza Urgenza (AREU), è stato costruito nelle Officine Manutenzione Ciclica di Voghera e ha già iniziato a macinare chilometri. D’altronde, non percorrerà solo la tratta Milano-Roma, ma potrà essere utilizzato anche per spostare pazienti fra altre località – c’è già un accordo con altre tre regioni – e muoversi anche all’estero.

DSC_4725
Foto Lombardianotizie.it – Regione Lombardia

Il treno ha otto carrozze in totale e due locomotori, una alla testa e una alla coda del mezzo. La sua composizione è strutturata su tre carrozze sanitarie con posti letto di terapia intensiva per pazienti ventilati, poi due carrozze con le centraline e in generale il funzionamento delle strutture mediche. Nel resto del treno, altre due carrozze di cui una con lo spazio letto per il personale più un’altra adibita al coordinamento della gestione dei malati e per l’area filtro (un’intercamera necessaria per il passaggio tra l’area pulita e l’area operativa). Segue, infine, un ultimo vagone che servirà da deposito per il materiale tecnico e medicinale.

treno_sanitario

Ogni carrozza, ha scritto il sito dell’agenzia di stampa AGI, può trasportare fino a sette pazienti per un totale di 21 pazienti covid, a cui si unisce il range massimo di 45 unità del personale sanitario. Che potranno utilizzare, al suo interno, anche 21 ventilatori polmonari, 1 ecografo, 2 macchine emogas e un altre attrezzature mediche di livello, fra cui 3 postazioni per il monitoraggio dei pazienti. Le strutture interne dei vagoni sono all’avanguardia e provvisti dei sistemi che vengono utilizzati anche negli ospedali, con tanto di tende separatorie e macchine per l’ossigeno. Grazie al vagone apposito, la corrente per i macchinari che monitoreranno i pazienti sono autonome.

DSC_4896
Foto Lombardianotizie.it – Regione Lombardia

All’inaugurazione del treno c’era anche, fra gli altri, il Governatore della Lombardia Attilio Fontana, che ha definito il nuovo mezzo «un ospedale mobile che può girare ovunque nel Paese, dove c’è bisogno. Una bella collaborazione tra Ferrovie dello Stato, Protezione Civile e Areu Lombardia. Speriamo non ce ne sia bisogno, ma purtroppo temo che a breve potrebbe essere utilizzato».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.