Centenario Grande Guerra, doppio incontro con film d'autore e conferenza | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Centenario Grande Guerra, doppio incontro con film d'autore e conferenza

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Doppio appuntamento giovedì e venerdì nell’ambito delle iniziative organizzate dal Comune di Jesi per ricordare i cento anni dell’ingresso dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale. 

Si comincia giovedì alle ore 18, presso la Sala Maggiore del Palazzo della Signoria, dove si terrà la seconda conferenza del ciclo intitolato “L’Italia nella Grande Guerra”, curato da Fulvio Cammarano dell’Università di Bologna e Riccardo Piccioni dell’Università di Macerata.

L’appuntamento vede come relatrice Barbara Montesi, ricercatrice di storia contemporanea all’Università di Urbino e componente del comitato scientifico dell’Istituto Storia Marche, che affronterà il tema “Famiglie e donne nella Grande Guerra”, approfondendo i mutamenti dell’assetto sociale e della condizione femminile innescati dal conflitto. Quando i posti di lavoro di molti contadini ed operai furono lasciati vuoti dalla mobilitazione al fronte di masse sempre più numerose di soldati,  quei posti vennero coperti da coloro che erano restate a casa: le donne. Si trattò di un momento molto importante per la storia sociale del paese poiché, per la prima volta,  il ruolo della donna da “angelo del focolare domestico” passò velocemente a quello di membro attivo dell’economia e della società collettiva.

Venerdì, invece, nel nuovo spazio teatrale Il Piccolo di San Giuseppe, annesso all’omonimo complesso parrocchiale, con inizio alle 21,15, sarà proiettato un grande classico del cinema d’utore dedicato alla Prima Guerra Mondiale: “Addio alle armi” di King Vidor, film del 1957 tratto dall’omonimo romanzo di Ernest Hemingway, con Rock Hudson, Jeniffer Jones e uno straordinario parterre di comprimari italiani tra i quali Alberto Sordi, in uno dei suoi rari ruoli drammatici e un superlativo Vittorio De Sica, che per la parte del maggiore medico Alessandro Rinaldi ottenne una nomination all’Oscar. Il film sarà introdotto dal Agostino Amedoro, dell’Istituto Gramsci Marche. Ingresso libero.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.