Chiesa gremita per Silvia, l'addio tra palloncini rosa che volano in cielo | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Chiesa gremita per Silvia, l’addio tra palloncini rosa che volano in cielo

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE – Chiesa di Cristo Redentore gremita per porgere l’ultimo saluto a Silvia Finocchi, la 35enne che si è spenta lo scorso 23 novembre a Torrette dopo il brutto incidente in Via Cornacchia.

Ragazza semplice dal carattere solare, benvoluta da tutti, viveva con la mamma a Moie: tutta la Vallesina e Moie oggi piangono la giovane. A riempire la chiesa tanti amici e parenti ma anche rappresentanti della Valvolley di Castelplanio dove Silvia si è allenata per tanto tempo.

Questo è un episodio che scuote tutta la comunità riprendendo le parole di Don Igor della Chiesa di Cristo Redentore: “Siamo fragili come bicchieri di cristallo, da maneggiare con tanta delicatezza e tenerezza. Oggi a Silvia stiamo dicendo arrivederci, a questa sorella che ci ha lasciati Emma che ci sta guardando da lassù – prosegue il prete- Silvia percorreva quella strada diverse volte al giorno per andare a lavoro. La carità fa correre e a volte non c è tempo neanche di mettersi la cintura. E lei era di corsa perché tante cose poggiavano sulle sue spalle e non sempre siamo sorretti”.

Non ci sono parole per descrivere quanto accaduto a Silvia ma speriamo che contusi a sorridere e ad essere felice ovunque si trovi: “Lei sorride – conclude il prete – mentre riguarda i suoi 35 anni di vita, si è donata a Dio. Ma non basta Silvia, bisogna che continui a vegliare su di noi”.

Alla fine della cerimonia sono stati lanciati in aria dei palloncini rosa in suo ricordo e il corteo funebre si è mosso per le vie di Moie fino a raggiungere il cimitero.

Addio Silvia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.