Matt Cancelleria
Vai al Sito

Cimitero, Maiolati replica a Castelbellino: "I loculi stanno per esaurirsi, se ne parla anni"

 

MAIOLATI SPONTINI – L’Amministrazione comunale si trova costretta a fare delle dovute puntualizzazioni circa le ultime dichiarazioni del comune di Castelbellino. “Precisazioni opportune – si legge in un comunicato stampa – nonostante si tratti di una polemica tra maggioranza e minoranza di un altro Comune, visto che il motivo del contrasto è il cimitero di Moie”.

L’Amministrazione comunale ricorda anzitutto come, “relativamente all’individuazione di nuovi spazi per il cimitero, si stia mettendo in atto quanto definito ormai ben sette anni fa, così come risulta nei documenti ufficiali. La proposta di un’altra area non è mai stata formulata ufficialmente dal sindaco di Castelbellino”.

Secondo il Comune di Maiolati “la ventilata ipotesi di un ulteriore nuovo cimitero da realizzarsi in un’area tra Castelbellino Stazione e Scorcelletti non risulterebbe comunque praticabile per i noti vincoli delle distanze dal centro abitato e dalla discarica. Quello che il sindaco di Castelbellino avrebbe voluto si realizzasse, ossia un “ampliamento con il super-collegamento sopra la ferrovia (al centro, è bene ricordare, dei lavori per il raddoppio, con conseguente raddoppio anche della lunghezza dell’ipotetico cavalcaferrovia), costerebbe di più che realizzare un nuovo cimitero autonomo, per il quale debbono essere costruiti anche nuovi locali per ricevere le salme e per la camera mortuaria. In ogni caso Castelbellino dovrebbe spiegare perché bisognerebbe privilegiare un’altra area rispetto a quella dell’attuale cimitero, che invece è già di proprietà del Comune di Maiolati Spontini, e perché, insieme al cimitero, si dovrebbero costruire nuove strade, invece di quelle esistenti, con conseguente e inevitabile maggiorazione dei costi”.

Per quanto riguarda le cifre, spiega l’Amministrazione comunale,  “tanto enfatizzate da Castelbellino, sono relative al progetto di Maiolati Spontini, sono relative a tutto il nuovo cimitero che, se realizzato, nel corso del prossimo mezzo secolo, sarebbe più grande di tutto quello attuale. Anche i timori sulla vicinanza del fiume sono del tutto privi di fondamento. Che non sia un problema lo hanno chiarito e dimostrato i tecnici incaricati e la stessa Provincia che ha addirittura abbassato il coefficiente di rischio. Castelbellino parla di soluzione “condivisa”, ma non si capisce con chi. Una soluzione serve ora e se si cercasse un’altra area, la si acquistasse, la si inserisse nel Piano regolatore, se si dovesse redigere un altro progetto, con varie fasi, eccetera… anche non considerando la lievitazione dei costi, va tenuto però presente che i tempi si allungherebbero in maniera incompatibile rispetto alle necessità”.

Il comune di Maiolati Spontini dichiara di aver agito tempestivamente e responsabilmente per trovare una risposta alle esigenze legate all’esaurimento degli spazi del vecchio cimitero: “Adesso i loculi stanno per esaurirsi. Ne saranno costruiti 50 nel vecchio cimitero ma, purtroppo, saranno una risposta solo temporanea. L’Amministrazione comunale ha verificato la possibilità di costruirne ancora ma sacrificherebbero gli spazi esistenti e costerebbero troppo. L’area di Moie è già da tempo inserita nel Piano regolatore. Questo significa che sono anni che si parla dell’ampliamento del cimitero di Moie”.

È bene ricordare i tempi di questa vicenda: “La prima lettera inviata da Maiolati Spontini agli altri Comuni per lo studio di fattibilità per la realizzazione nuovo cimitero a Moie è del 12 febbraio del 2010. Il 6 aprile dello stesso anno Castelplanio ufficializza la propria adesione con Delibera di Giunta N. 37. Il 16 marzo del 2011 Maiolati Spontini ha trasmesso lo studio di fattibilità, dove già veniva ipotizzata la soluzione che poi, all’improvviso, senza nessuna valida motivazione documentata, oggi Castelbellino contesta. Si è liberi di cambiare idea, ma i fatti restano e sono documentati ed accessibili a tutti. Liberi di prendere qualunque decisione a casa propria e di rapportarsi con i propri cittadini come si vuole ma senza tirare in ballo gli altri, soprattutto quando non si dicono le cose come stanno veramente”.

Comunicato da: Comune di Maiolati Spontini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*