Cittadinanza onoraria a Riccardo Ceccarelli: RitroviAmo Castelbellino presenta una mozione

CASTELBELLINO – Dopo la recente scomparsa di Riccardo Ceccarelli, il gruppo consiliare di minoranza RitroviAmo Castelbellino, con a capo la consigliera Federica Carbonari, ha chiesto all’Amministrazione comunale di inserire all’Ordine del Giorno del prossimo Consiglio un mozione volta a vagliare l’attribuzione della cittadinanza onoraria alla memoria dello storico e giornalista locale. 

Si legge nel documento:

«Nato a Castelplanio e da ultimo residente a Monte Roberto, giornalista pubblicista dal
1989, il Dottor Riccardo Ceccarelli è stato per trent’anni (1979-2009) responsabile della Biblioteca
Comunale di Cupramontana, dove ha studiato in particolare la preziosa raccolta di incunaboli e di
cinquecentine che vi è conservata. Dal 2005 ha fatto parte della Deputazione di Storia Patria delle
Marche. Dal 2010 è stato Aggregato dell’Accademia dei Georgofili di Firenze (Sezione Centro-Est).
È stato autore di numerose monografie sui Castelli della Vallesina, sulle tradizioni agricole del territorio di Ancona e delle Marche e sul Verdicchio dei Castelli di Jesi.

Per il Comune di Castelbellino è stato direttore editoriale del periodico di informazione “In
Comune”. Ha inoltre collaborato negli anni con l’Amministrazione Comunale per la valorizzazione
del territorio, contribuendo in particolare alla redazione di cataloghi di mostre d’arte organizzate
nell’ambito delle manifestazioni culturali promosse e patrocinate dal Comune di Castelbellino e
comunque dando notizia presso organi di stampa locali di attività e di iniziative culturali
organizzate da Amministrazioni, Enti e Associazioni del territorio. Nel 2010 ha dato vita alla pubblicazione annuale “Quaderni Storici Esini”, dove studiosi giovani e
meno giovani raccolgono studi e ricerche che riguardano la storia della Valle dell’Esino e delle zone
limitrofe.

Ricercatore infaticabile di storia locale, ha generosamente messo a disposizione di un pubblico di
appassionati e di studiosi, rendendola accessibile a partire dall’agosto del 2015, una sua ricca e
documentata raccolta di volumi e di pubblicazioni di vario genere, che ammontano a circa 7.000.

In virtù di quanto ricordato nel breve profilo biografico, delineato allo scopo di mettere in
evidenza il contributo di gratitudine che la comunità di Castelbellino deve e intende tributare al
Dottor Riccardo Ceccarellio per il suo impegno instancabile, come studioso di storia locale e
quale giornalista pubblicista appassionato delle vicende che hanno segnato la storia dei Castelli di
Jesi, tra cui in particolare Castelbellino, si propone che gli venga conferita la cittadinanza onoraria
alla memoria da parte del Consiglio Comunale».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*