Clabo rafforza la presenza in USA e sigla accordo con la Howard McCray

 

JESI – Giorno importante per la Clabo, società jesina leader mondiale nel settore delle vetrine espositive professionali per gelaterie, pasticcerie, bar, caffetterie ed hotel, che comunica di aver sottoscritto un accordo preliminare vincolante per l’acquisizione del 51% delle quote di classe A della società statunitense Howard McCray (HMC), con sede a Philadelphia, per un corrispettivo pari a 1,7 milioni di euro.

Contestualmente, l’accordo prevede anche l’acquisto dell’equivalente controvalore di US$ 200 mila di quote di classe B.
Il capitale sociale complessivo di HMC è suddiviso tra quote di Classe A (con dirtto di voto) e quote di Classe B (senza diritto di voto). Queste ultime corrispondono al 17,2% della valutazione complessiva (equity value) di HMC che, alla data attuale, è stata fissata in US$ 5,1 milioni.
L’acquisizione verrà finanziata utilizzando la liquidità attualmente a disposizione del gruppo Clabo e, per un controvalore di US$ 350 mila, con azioni proprie detenute da Clabo s.p.a
Pierluigi Bocchini, Presidente Esecutivo di Clabo S.p.A., ha cosi commentato: “L’HMC rappresenta un nuovo importante passo nel percorso di sviluppo del nostro

internazionale. La partnership con Howard McCray ci consentirà di ottenere dei risparmi significativi in termini logistici e di costi generali, grazie all accorpamento delle nostre attività californiane con quelle di HMC. Con il nuovo perimetro di attività ci poniamo l’obiettivo dei 60 milioni di Euro di ricavi già nel 2018, che era pol il target 2020 indicato nel piano industriale.  L’accorpamento di Clabo USA in HMC di consentirá inoltre di ottenere risparmi per circa 600 mila Euro già nel primo anno di attivitá quando prevediamo di ottenere un Ebitda negli USA di circa 1,2 milioni di Euro. A livello consolidato, l’obiettivo dei 7,5 milioni di Euro di Ebitda diventa possibile. Vorrei infine esprimere la soddisfazione ed il mio apprezzamento per la scelta degli attuali proprietari e manager di HMC di reinvestire parte di quanto ricevuto in azioni Clabo, fatto che testimonia la natura strategica e di  lungo periodo della partnership con i nuovi collaboratori americani”.

La Howard McCray con sede a Philadelphia è un’azienda storica, specializzata nella produzione di vetrine refrigerate per il retail nel settore food& beverage.
La società nasce dalla fusione avvenuta nel 1975 tra la McCray, fondata nel 1887 a Kendanville (Indiana – USA) e la Howard, fondata nel 1949 a Philadelphia.
L’operazione consentirà al Gruppo Clabo di consolidare la propria presenza negli Stati Uniti, doveopera direttamente dal 2005 attraverso la propria controllata Clabo USA. Il mercato statunitense si configura di particolare rilievo in quanto rappresenta il terzo mercato estero di sbocco del Gruppo.
Grazie alla partnership con HMC, Clabo – che impiega 165 collaboratori a Jesi, 110 in Cina e 95 tra Cablo USA e HMC – disporrà di una nuova base produttiva e logistica dove verranno concentrate tutte le attività relative al Nord America, nonché la produzione di quei modelli di vetrine Clabo ad oggi importate dall’Italia, con sensibili risparmi nei costi di logistica e di trasporto, oltre che a tempi di consegna molto più rapidi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*