Completato lo spostamento del monumento dedicato a Pergolesi

JESI – Completato lo spostamento del monumento Pergolesi. A quasi un anno e mezzo dall’apertura del cantiere, questa mattina si è svolta l’operazione più attesa dell’intero intervento di restyling della piazza: l’arretramento del monumento di una decina di metri rispetto al Corso. Lo spostamento è avvenuto per slittamento su appositi binari. I lavori sono partiti questa mattina presto, con le ultime saldature e la messa in ordine del cantiere. Dopo essere stato sollevato da terra, il monumento è stato sistemato sui binari e poi trascinato indietro su un verricello. L’operazione di arretramento ha richiesto almeno un’ora e mezzo di lavoro e si è conclusa intorno alle 13.30, applaudita dai presenti: in tanti infatti si sono fermati ad assistere alle operazioni intorno alla recinzione del cantiere, sbirciando dagli squarci dei teloni di copertura o tra una transenna e un’altra.
Nessun problema riscontrato durante le operazioni: Pergolesi ha raggiunto la posizione prevista senza particolari intoppi. Soddisfazione da parte dell’assessore Roberto Renzi per l’esito dell’intervento: «È andato tutto bene – ha detto -. Ora non resta che procedere con la ripavimentazione: esiste già un’ipotesi su quella che potrebbe essere la mattonella che rivestirà non solo la piazza ma anche il Corso. Al momento è al vaglio della Soprintendenza».

Il monumento si trova in linea con via XV Settembre, tanto da essere visibile da chi da piazza della Repubblica raggiunge l’ingresso del teatro.

I lavori dovrebbero concludersi entro San Settimio, a settembre: nel febbraio 2020 si dovrebbe poi procedere con l’apertura di un nuovo cantiere per la riqualificazione del Corso.

A cura Chiara Cascio

 

1 Commento su Completato lo spostamento del monumento dedicato a Pergolesi

  1. la ‘mattonella’ non lascia ben sperare. Ci si augura che venga ripristinato il tradizionale selciato del centro storico sia per la piazza che per il corso. magari é ancora sotto l’asfalto. Ci si augura che non se ne escano con mattonelle di pessimo gusto.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*