Comune di Jesi, tempo di bilancio. 2015: "Il vecchio ospedale sarà abbattuto" | | Password Magazine

Comune di Jesi, tempo di bilancio. 2015: "Il vecchio ospedale sarà abbattuto"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Il 2014 si chiude con un bilancio in equilibrio e tanti risultati raggiunti. Lo ha dichiarato il sindaco Massimo Bacci durante la conferenza di fine anno di ieri pomeriggio: “In questi primi due anni e mezzo di Amministrazione, debiti e spese hanno subito una riduzione del 30% – ha detto il Sindaco – Personale in calo, con 60 unità e 5 dirigenti in meno in quattro anni, che ha mantenuto comunque la qualità del crescente numero di servizi”.

Presenti con Massimo Bacci anche gli assessori Luca Butini (Cultura), Marisa Campanelli (Servizi alla persona), Mario Bucci (Lavori pubblici, Urbanistica e Viabilità), Cinzia Napolitano (Ambiente), Rolando Roncarelli (Personale), Ugo Coltorti (Sport e Commercio).

L’anno 2015 sarà l’anno dell’abbattimento del vecchio ospedale di viale della Vittoria – ha poi aggiunto Bacci – Grazie all’impegno dell’Amministrazione, finalmente si è arrivati ad un accordo con Asur e Regione Marche a favore della demolizione e i lavori potrebbero partire già dall’estate prossima”. Sarà anche l’anno che potrebbe portare a Jesi la nomina  a Centro Enograstromico regionale e veder realizzato il progetto Stupor Mundi per l’apertura di un Museo multimediale dedicato a Federico II di Svevia.

Tra i risultati raggiunti, sottolineati dall’assessore Butini il primato di Jesi nell’attuazione del decreto Art Bonus e il restauro della “Deposizione” del Lotto, il recupero e la valorizzazione di Museo Colocci, Palazzo Santoni, Sas, Chiesa di San Bernardo e la Biblioteca “La Salara”, impiegati anche come contenitore di eventi estranei alle finalità proprie dei luoghi, la riscoperta di palazzo Carotti – Honorati, una maggiore partecipazione dei cittadini alle iniziative culturali e il miglioramento dell’offerta formativa dell’Università di Jesi che ha superato i 150 iscritti.

Per Campanelli, invece, “importante è stata la centralizzazione del servizio mensa, il completamento dei percorsi del Piedicus, l’attuazione di un protocollo d’intesa per la realizzazione di progetti a favore dei minori, grazie alla massima operatività dei servizi sociali della ASP e il miglioramento della qualità dei servizi, potenziamento dell’affido e corsi di formazione e aggiornamento per i docenti”.

L’assessore Coltorti, nell’anno di Jesi città europea dello Sport, non poteva esprimere che parole di soddisfazione per i risultati raggiunti, con il conseguimento del titolo e l’apertura del Liceo Sportivo .

Su Viabilità e Urbanistica, Bucci ha annunciato l’ammissione a finanziamento da parte della Regione del progetto di auto-recupero del Borgo San Martino e la prima adozione da parte della Giunta di un Piano di Protezione Civile.

Per l’Ambiente, l’assessore Napolitano ha parlato di un premio regionale per Jesi apripista nell’impiego di pannolini lavabili negli asili, oltreché di buoni risultati raggiunti nella mobilità sostenibile: “Nessuno stop sulle piste ciclabili, avanti anche con progetti di car pooling e Contratto di fiume”.

Secondo Roncarelli, in ultimo, “è in atto la riorganizzazione della macchina comunale, procedendo a piccoli passi in quanto basata su logiche obsolete; margini di miglioramento nella produttività, l’intento è quella di incrementare in futuro le forze con l’introduzione di personale dotato di grandi competenze”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.