Comune di Jesi, tempo di bilancio | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Comune di Jesi, tempo di bilancio

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

È un lungo ed articolato percorso partecipativo quello avviato dal sindaco Fabiano Belcecchi per predisporre il bilancio di previsione 2012 del Comune di Jesi, l’ultimo del suo mandato amministrativo. Un bilancio che, come noto, deve mettere in conto gli ulteriori 6 milioni di euro in meno dovuti per un terzo ai minori trasferimenti statali e per due terzi ai cosiddetti “saldi” legati al rispetto dei nuovi vincoli del patto di stabilità imposti dall’ultima manovra finanziaria del governo. Ciò significa che, oltre a dover tenere in considerazione che vi saranno 2 milioni in meno che lo Stato girerà al Comune, si dovranno modulare le entrate e le uscite sia di parte corrente sia in conto capitale, così da “ammortizzare” altri 4 milioni per rientrare nel patto di stabilità.

Nel corso di questi giorni il sindaco sta completando gli incontri con ciascun assessore e rispettivo dirigente per capire il fabbisogno dei vari servizi del Comune nel corso del 2012 e verificare come intervenire per ciascuno di essi al fine di ottimizzare le risorse a disposizione nel pieno rispetto dell’erogazione di beni e servizi primari. Giovedì prossimo inizierà il confronto con le parti sociali: a sfilare per primo saranno le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, alle quali faranno seguito, la prossima settimana, le associazioni di categoria. Immediatamente dopo il Consiglio comunale comincerà ad essere pienamente coinvolto: dapprima con le tre commissioni consiliari in forma congiunta, successivamente con la discussione sugli indirizzi di bilancio di previsione nella seduta di fine mese. Da quel momento la Giunta sarà impegnata a predisporre lo schema di bilancio sulla base delle direttive del Consiglio stesso.

Obiettivo dell’Amministrazione comunale è quello di arrivare all’approvazione del bilancio di previsione entro la fine dell’anno corrente o, al massimo, nei primi giorni di gennaio 2012.

Comunicato da: Comune di Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.