Comuni Ricicloni, nessun vincitore per la provincia di Ancona | | Password Magazine

Comuni Ricicloni, nessun vincitore per la provincia di Ancona

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
I comuni vincitori

ANCONA – Si è svolta ieri a Roma la XXIV edizione di “Comuni Ricicloni” 2017 che ha visto premiati cinque comuni marchigiani sotto ai 10mila abitanti, nessuno della provincia di Ancona. Andiamo con ordine, il riconoscimento viene attribuito in base alla prevenzione della produzione dei rifiuti e alla buona gestione: questi sono i parametri, oltre al raggiungimento di raccolta differenziata del 65% previsto dalla legge. Per entrare nelle graduatorie, la soglia massima di rifiuto indifferenziato (costituito dal secco residuo e dalla parte di rifiuti ingombranti avviata a smaltimento)  è stata fissata in 75 chilogrammi annui per abitante. Quest’anno – fa sapere Legambiente – nessun vincitore per la categoria sopra ai 10.000 abitanti, mentre, per quella sotto, Castorano (AP) risulta il vincitore assoluto con l’84,3% di raccolta differenziata e 39 kg all’anno per abitante. Seguono i comuni di Folignano (AP), con 56,9kg/a/ab, Arquata del Tronto (AP) con 63,6kg/a/ab, Torre San Patrizio (FM) con 69,5kg/a/ab e Ripe San Ginesio (MC) con 70,5kg/a/ab. Unica nota positiva per la nostra provincia è il premio del Cosmari per aver effettuato la miglior raccolta di verde e organico, al comune di Numana (AN) con il premio RILEGNO per miglior raccolta di imballaggi in legno e il comune di Visso (MC) con il premio RICREA per la miglior raccolta degli imballaggi in acciaio.

“Bisogna puntare alla riduzione della frazione indifferenziata che finisce in discarica e accompagnare la nuova fase della gestione dei rifiuti che ci permetta di dire definitivamente addio alle metodologie utilizzate negli anni ’90 e 2000, come le discariche e gli inceneritori – commenta Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche –. Nelle Marche dobbiamo riuscire ad ottenere delle performances, un’economia più sostenibile, innovazione e una comunità più forte e pronta alle nuove sfide”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.