Concerto a "Palazzo Bisaccioni", domenica al via la rassegna | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Concerto a "Palazzo Bisaccioni", domenica al via la rassegna

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Prende il via domenica 31 gennaio alle ore 17.30 la Sesta Edizione della fortunatissima Rassegna “Concerto a Palazzo”, promossa dalla Fondazione “Lanari” in collaborazione con vari partner istituzionali del territorio, tra cui la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi che ospita il concerto d’apertura di Stagione presso il suo prestigioso Salone di rappresentanza a Palazzo Bisaccioni.

L’eleganza di un Palazzo Antico, la classe di artisti raffinati, il fascino magico di musica rara: questo il segreto di una rassegna che anno dopo anno ha conquistato pubblico da tutta la regione, per la qualità dei programmi proposti, il valore degli interpreti, le sedi eccellenti in cui hanno luogo gli eventi: i più bei palazzi antichi del centro storico, i cui scrigni d’arte e socialità trasformano l’evento musicale in un’emozione unica, non paragonabile in intensità d’atmosfera a quella di alcuna sala concertistica istituzionale.

NEL SALOTTO DEL PRINCIPE, Arie amorose alle origini del Barocco”, questo il titolo del prestigioso concerto che vede in scaletta musiche di Monteverdi, Cesti, Strozzi, Piccinini, Sances, Sigismondo d’India e Castaldi, con interpreti di alto valore come il soprano Pamela Lucciarini e Maurizio Piantelli alla tiorba.

Specialista di musica antica, Lucciarini collabora con gruppi di musica antica di livello internazionale come Europa Galante, La Stagione Armonica, La Venexiana, L’Arte dell’Arco, Pietà dei Turchini, diretta da Biondi, Muti, Faldi, Balestracci, Nemet.
Piantelli, specializzato in prassi esecutiva dei secoli XVI e XVII per liuto, arciliuto, tiorba e chitarra barocca, collabora con i più importanti gruppi di musica antica: da Stradella Consort a Solisti Veneti, L’Astrée, Concerto Italiano ecc., diretto da Rogers, Fasolis, Van Heyghen, Alessandrini, Rovaris, Rousset.

ATMOSFERE INTIME. La platea dell’elegante salone di Palazzo Bisaccioni, di origine cinquecentesca e oggi visibile nei suoi rifacimenti dei secoli XVIII e XIX, conta poche decine di poltrone, aumentando non poco il fascino speciale della fruizione e la distanza ravvicinatissima tra artisti e pubblico, carattere che connota particolarmente la Rassegna jesina. “Vista l’estrema intimità degli spazi esecutivi –sottolinea il Direttore artistico Gianni Gualdoni- gli eventi di ‘Concerto a Palazzo’ diventano per loro natura esclusivi e, come spesso avviene nei fatti della Cultura, l’invito è per tutti, ma il posto è per pochi”. Ingresso euro 12. Per chi non vuole perdere tale ghiotta occasione di “rarità musicali rara in luoghi d’arte rari”, non resta che prenotare per tempo: 0731-4684; 338-8388746.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.