Concerto polifonico al Moriconi a sostegno della Casa delle Genti | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Concerto polifonico al Moriconi a sostegno della Casa delle Genti

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Il tradizionale appuntamento con la rassegna polifonica Natale Solidale, che si terrà domenica 3 gennaio, alle ore 17, presso il Teatro Valeria Moriconi di Jesi, sarà a favore del Centro di Accoglienza “Casa delle Genti”. Ospite della serata sarà il Coro “Città di Tolentino” diretto dal M° Aldo Cicconofri, uno dei più prestigiosi ensemble vocali delle Marche.
La manifestazione, inserita all’interno del cartellone di Jesi Natale 2015, è organizzata e promossa dal Comune di Jesi e da Stefano Contadini della Corale Brunella Maggiori e rappresenta un’ottima opportunità per sostenere un progetto di solidarietà. L’iniziativa di domenica non vuole essere solo un concerto di musica corale ma un’occasione per far conoscere alla cittadinanza le esigenze dei cosiddetti “invisibili”, cioè quegli individui che percorrono le nostre strade senza lasciare alcuna traccia, vivendo ai margini della società e conducendo un’esistenza senza alcun punto di riferimento, a cominciare da un tetto sopra le loro teste.
“Il grado di civiltà di una comunità lo si misura dall’attenzione verso i soggetti più fragili ed indifesi. E la comunità di Jesi, in questo, è un esempio”. Così il sindaco di Jesi, Massimo Bacci, chiude la sua lettera di ringraziamento e di inaugurazione del nuovo centro di prima accoglienza “Casa delle Genti”, inaugurato il 19 dicembre scorso, che consentirà di ospitare una decina di adulti in evidente difficoltà, uomini e donne senza fissa dimora. L’accoglienza temporanea che verrà offerta loro servirà come punto di appoggio per dormire, lavarsi e fare colazione finché non verrà trovata una sistemazione adeguata. All’interno della struttura sarà possibile avere il sostegno di un assistente sociale e di un avvocato di strada con cui scambiare due parole, ricevere assistenza e consigli, affinché il loro viaggio possa proseguire con maggiore speranza.
L’intento della rassegna è proprio questo, veicolare concetti come accoglienza, solidarietà, speranza, nell’anno giubilare della Misericordia e condividere insieme il piacere di fare e ascoltare musica di grande qualità. Per tutta questa somma di motivi gli organizzatori e l’amministrazione comunale si aspettano che la città di Jesi, generosa come sempre, partecipi numerosa e con entusiasmo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.