Concessione scuola, il sindaco Consoli: «Percorso concertato e all’insegna dell’equità»

MAIOLATI SPONTINI – Il sindaco Tiziano Consoli risponde all’attacco delle minoranze sulla questione del trasferimento degli alunni della scuola secondaria di primo grado “Pascoli” di Pianello Vallesina nel nuovo plesso di via Venezia a Moie.

«Un trasferimento frutto di un percorso, condiviso con le amministrazioni comunali di Monte Roberto, Castelbellino e San Paolo di Jesi, con il Consiglio di Istituto del comprensivo “Carlo Urbani” e con le dirigenti scolastiche di Moie e del comprensivo “Beniamino Gigli” di Monte Roberto – spiega l’Amministrazione Consoli – Ebbene, le minoranze, che firmano unite una nota in cui accusano sindaco e Giunta comunale di “poca chiarezza” e “fumosità”, si perdono, loro sì, nell’inquadrare una situazione estremamente chiara, definita nei punti essenziali in una delibera di Giunta in cui sono messi nero su bianco tempi, modalità e costi per le tre Amministrazioni che avranno a disposizione il plesso di Moie per poter garantire il regolare avvio delle lezioni ai propri studenti. L’accoglienza degli studenti della scuola secondaria “Pascoli” è stata la priorità del comune di Maiolati Spontini, dopo che le tre Amministrazioni hanno valutato altre soluzioni che nel breve periodo non erano percorribili».

Le minoranze contestano la richiesta di pagamento di un canone di locazione e di un rimborso spese in nome di uno spirito di solidarietà, di cui a sentire loro Maiolati Spontini difetterebbe: «Un’accusa talmente e palesemente assurda che non meriterebbe una risposta, se non la semplice e banale constatazione che essere solidali non significa non garantire ai propri cittadini, che contribuiscono con la tassazione ai servizi comunali, che le utenze siano equamente distribuite. Oppure stanno dicendo che i cittadini di Maiolati dovrebbero farsi carico anche degli oneri di quelli degli altri Comuni?

Il canone di locazione è stato calcolato sulla base della superficie concessa ad uso esclusivo e dei mesi di utilizzo, senza considerare affatto le superfici ad uso comune, con un abbattimento del valore minimo a mq preso a riferimento del 35%. L’ospitalità è un valore ma anche il rispetto dei residenti lo è, ed è giusto che i Comuni ospiti rimborsino le utenze per la loro quota. Ricordiamo che sono spese che avrebbero pagato anche nella struttura di Pianello Vallesina».

Il sindaco ribadisce, infine, come tutto il percorso sia stato concertato, valutato e condiviso: «Il confronto è stato ampio e ha coinvolto diversi aspetti dell’ospitalità, alcuni dei quali sono in via di definizione. Il prossimo 13 settembre è stata programmata una riunione con tutti i genitori dell’Istituto comprensivo di Moie per informarli e renderli consapevoli di un percorso non facile, ma affrontato con gradualità, serietà e buon senso, rendendo anche le opposizioni partecipi nella conferenza dei capogruppo che è stata indetta nel mese di agosto».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*