Confartigianato Jesi, le imprese incontrano i Sindaci del territorio | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Confartigianato Jesi, le imprese incontrano i Sindaci del territorio

JESI – Oggi (martedì 17 novembre) alle ore 21 imprenditori e Istituzioni del territorio s’incontrano alla Confartigianato di Jesi, via Pasquinelli 2/A. Un’assemblea alla quale saranno presenti e interverranno Cristina Brunori, Presidente Confartigianato Jesi, Giuseppe Carancini, Segretario Confartigianato Jesi, il Sindaco di Jesi Massimo Bacci, il Sindaco di Staffolo Patrizia Rosini, il Sindaco di Castelbellino Andrea Cesaroni, il Sindaco di Cupramontana Luigi Cerioni, il Consigliere Regionale Enzo Giancarli componente della IV commissione consiliare, e una folta rappresentanza degli imprenditori del territorio.

Nel corso del confronto saranno presentati i contenuti della legge di stabilità e le proposte della Confartigianato. Uno speciale approfondimento sarà dedicato a convenzioni, fusioni, unioni, ovvero a quali strategie le Amministrazioni Locali possono mettere in campo per ridurre i costi ed efficientare funzionamento e servizi.

Il percorso di ripresa per l’artigianato della Vallesina non si è ancora avviato, il quadro complessivo si conferma di difficoltà, tuttavia si manifestano dei timidi segnali positivi che vanno consolidati – dichiarano Cristina Brunori e Giuseppe Carancini, Presidente e Segretario Confartigianato Jesi – Servono interventi, ad azione immediata, capaci di ridare fiducia, prospettiva e futuro alle famiglie e alle nostre imprese.

Per imboccare la strada della ripresa occorre necessariamente abbassare la pressione fiscale. È altrettanto evidente però che per avere le risorse necessarie per ridurre le tasse su imprese e famiglie è indispensabile un’azione più decisa e profonda di riduzione della spesa pubblica improduttiva. Tornare a crescere dipende in modo cruciale da questa operazione. È necessario accelerare nel processo di riduzione e riqualificazione della spesa pubblica, di razionalizzazione dei costi, per liberare risorse capaci di “sbloccare” la forza delle imprese. Con incentivi, investimenti sulla formazione, politiche per favorire l’internazionalizzazione e l’innovazione di processo e di prodotto aziendale.

Tutti gli attori dello sviluppo sono chiamati ad intensificare impegno e collaborazione per favorire il rilancio di una competitività di sistema – concludono Brunori e Carancini Presidente e Segretario Confartigianato Jesi – questa è la riflessione operativa alla base dell’assemblea che vedrà imprese e Istituzioni della Vallesina protagoniste di un costruttivo confronto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.