Confartigianato Jesi: serve una " rete di protezione" del territorio | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Confartigianato Jesi: serve una “ rete di protezione” del territorio

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – La sicurezza è tra le priorità assolute per Jesi e la Vallesina –  dichiara Giuseppe Carancini, Segretario Confartigianato Jesi – I recenti fatti di cronaca  lo confermano e già nei mesi passati l’associazione artigiana aveva più volte richiamato l’attenzione sul preoccupante emergere di sacche di criminalità diffuse su diverse zone del territorio.

Da sempre sollecitiamo i nostri imprenditori a segnalare e a segnalarci eventi, persone, casi sospetti, situazioni di pericolo – continua Carancini della Confartigianato – Le aziende del territorio investono cifre considerevoli in sistemi di allarme per tutelarsi quanto possono. Si forniscono a proprie spese di allarmi, vigilanza privata, telecamere e illuminazione esterna, cani da guardia e perfino segnalatori satellitari. Protezioni e deterrenti che talvolta non bastano. I furti colpiscono cantieri, sedi e magazzini aziendali e danneggiano pesantemente la funzionalità degli stabilimenti produttivi. Colpite anche tabaccherie, distributori di carburante, edicole, bar, ristoranti, locali, negozi. I fatti di cronaca evidenziano come gli eventi criminosi non si limitino alle aree periferiche ma colpiscano anche il centro cittadino.

Di fronte all’intensificarsi dei fenomeni delinquenziali – continua Carancini Segretario Confartigianato Jesi –  si rende fondamentale una sinergia tra tutti gli attori interessati per creare una “rete di protezione” del territorio.

Diamo atto all’Amministrazione Comunale dell’impegno profuso in materia di prevenzione con l’installazione di telecamere di video sorveglianza. Proprio perché si tratta di una iniziativa lodevole e positiva, riteniamo auspicabile implementarne la presenza. Confartigianato chiede inoltre alle Forze dell’Ordine, peraltro già molto attive sul territorio e di cui riconosce lo sforzo in prima linea nella lotta contro il crimine, di  intensificare i controlli. La Confartigianato conferma infine la sua disponibilità a partecipare a tavoli sulla sicurezza per concertare azioni a tutela del territorio.

Comunicato da: Confartigianato Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.