Confcommercio: "Il Comune che non c'è". L'Amministrazione: "Solo polemiche strumentali"

JESI – “Si ha sempre più la netta sensazione che chi rappresenta oggi la Confcommercio parli più come esponente di qualche forza politica d’opposizione piuttosto che a nome di una associazione di categoria. Ci spiace, ma ce ne faremo una ragione.”

Queste le parole indirizzate dall’Amministrazione comunale a Confcommercio e,nello specifico, alla presidente della Delegazione di Jesi Tania Luminari a seguito delle accuse mosse nei confronti del Comune di aver compiuto scelte sbagliate e di essere poi passato al silenzio.

“La sensazione – ha dichiarato Luminari – è che l’Amministrazione stia vivendo un pericoloso momento di confusione e non sappia come andare avanti sui vari fronti aperti. Ci sono tante pratiche sospese e incompiute delle quali non abbiamo più notizie. Siamo molto preoccupati per il futuro delle nostre attività e della città, che è ferma e senza una direzione precisa”.

Resta un fronte aperto quello della tanto criticata, soprattutto da parte di Confcommercio, nuova viabilità in corso Matteotti dopo che l’assessore competente Garofoli aveva parlato di sperimentare nuove opzioni prima delle decisioni definitive. E allora Confcommercio Jesi chiede se è concluso il tempo delle sperimentazioni. Inoltre, chiede delucidazioni su la posizione del Comune nei confronti della questione ex- Sadam.

“Ancora più preoccupante è la concertazione solo di facciata sulla quale è stata impostata l’attuale legislatura: tanti incontri, tante parole, ma poche le richieste accolte e pochissimi i suggerimenti ascoltati – continua Luminari – Abbiamo dedicato tanto tempo per cercare di creare un rapporto costruttivo, ma le relazioni si creano se c’è volontà da entrambe le parti. Da parte del Comune non sembra esserci e si continua ad andare avanti a testa bassa ottenendo risultati tutt’altro che esaltanti. Qualche segnale positivo da parte del Comune è arrivato recentemente con le previste agevolazioni alle nuove imprese sulle quali il Comune sta ragionando. Ci auguriamo che almeno in questo confronto non svaniscano le speranze di veder realizzato qualcosa di buono”.

Subito pronta la risposta dell’Amministrazione comunale che ha voluto ricordare agli operatori del centro storico ed ai cittadini alcuni dei provvedimenti presi in neanche 24 mesi da questa Amministrazione.

“Il parcheggio “Mercantini”  – fa sapere il Comune – dopo anni di desolato inutilizzo, è stato messo gratuito, è oggi pieno di auto ed è collegato con un impianti di risalita finalmente funzionante al centro storico. La prossima settimana, per altro, sarà installata la cartellonistica esterna per agevolare l’accesso al Viale.  La scala mobile di palazzo Battaglia, anch’essa per lungo tempo a singhiozzo, è aperta regolarmente tutti i giorni, con orari molto più ampi e spesso anche durante le festività. Stesso discorso per l’ascensore a servizio del parcheggio di via Zannoni, anch’esso sotto il diretto controllo del Comune.

Tra i prossimi interventi, partiranno lunedì 14 aprile i lavori di completamento dei due impianti di risalita da via Castelfidardo; è stato approvato il progetto di un altro ascensore pubblico – da viale della vittoria a corso Matteotti  – e il nuovo piano di trasporto pubblico locale con l’attivazione di un bus navetta. E poi, grazie allo sblocco di un vincolo ministeriale, sarà presto possibile la nuova pavimentazione di piazza Indipendenza e piazza Spontini, oltre al recupero del piano terra del chiostro Sant’Agostino destinato ad attività artigianali. 

Sono tutti interventi, questi, che l’Amministrazione comunale si impegnerà a realizzare o a trovare certezza di un cronoprogramma entro il 2014. 

“Senza contare – fa sapere il Comune – la possibilità di ampliare le superfici commerciali precedentemente non prevista, l’installazione di dehors, i forti sconti sugli oneri dovuti al Comune per lavori, il fondo di garanzia per sostenere i finanziamenti alle imprese e, da ultimo, i contributi per chi apre nuove attività. Che dire poi delle tante iniziative promosse in centro che hanno richiamato un forte pubblico come, da ultimo, la visita dei 500 turisti Touring che per altro non hanno trovato un negozio aperto?”

“Crediamo, senza presunzione, che in due anni si sia fatto molto di più di quanto accaduto in passato – sentenzia la voce dell’Amministrazione comunale – E crediamo che questo atteggiamento infarcito di pregiudizi di chi dovrebbe rappresentare una associazione di categoria così importante non sia utile a nessuno”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*