Contratto di Fiume, un gioco di squadra per riqualificare l'Esino | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Contratto di Fiume, un gioco di squadra per riqualificare l'Esino

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Primo accordo su base regionale per un “Contratto di Fiume”: lo hanno sottoscritto giovedì mattina a Jesi 17 Comuni, due aree protette (Riserva Ripa Bianca, Parco Gola della Rossa-Frasassi), Legambiente, Wwf e Associazione Arkè. Il fiume è ovviamente l’Esino, il Contratto è invece una straordinaria opportunità per aggregare, fare squadra ed attuare una gestione sostenibile, condivisa e duratura del corso fluviale, puntando ad ottenere finanziamenti per interventi di riqualificazione ambientale, ma anche per attività sociali, turistiche ed economiche.

A settembre inizieranno le riunioni operative con una prima indagini delle tematiche e dei punti di forza da sviluppare, per poi individuare azioni concrete a breve, medio e lungo termine, intercettando canali di finanziamento su scala regionale e comunitaria.

Una prima azione sarà l’evento “Esperienze Esino” che vedrà un gruppo di una quindicina di persone, tra tecnici, esperti e ambientalisti, compiere una passeggiata lunga 85 km dalla sorgente alla foce dell’Esino in cinque giorni (22-26 luglio), attraversando i Comuni che hanno aderito al Contratto di Fiume. Questo permetterà di compiere, attraverso anche prelievi di campioni d’acqua, un  monitoraggio complessivo dello stato di salute del fiume.

“Una iniziativa di valenza ambientale strategica – ha sottolineato il sindaco Massimo Bacci – che mette insieme un intero territorio. Mi auguro che presto anche gli ultimi tre Comuni che restano (Sassoferrato, Esanatoglia e Genga, ndr) aderiscano all’accordo. Perché tutti insieme possiamo davvero realizzare qualcosa di importante”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.