Controllato in un locale, mostra il green pass ma è dell'amico: denunciati in due | Password Magazine

Festival Pergolesi

Controllato in un locale, mostra il green pass ma è dell’amico: denunciati in due

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MONSANO – Al controllo si fa prestare il green pass rafforzato dell’amico, denunciati in due per sostituzione di persona. É accaduto in una sala slot di Monsano, in cui sono stati eseguiti da Polizia i servizi interforze con i Carabinieri per l’accertamento del rispetto sostanziale delle norme covid e di sicurezza.

Durante il sopralluogo all’interno di una sala riservata ai maggiorenni, dove è obbligatorio il possesso di green pass rafforzato in relazione alla presenza del servizio bar e ristorazione, il personale impiegato ha proceduto al controllo di un giovane che alla vista delle forze dell’ordine ha cercato di allontanarsi velocemente. Lo stesso, a richiesta, ha mostrato la certificazione ma l’intestatario non è risultato corrispondere al vero documento d’identità conseguentemente richiesto e fornito. Il giovane ha ammesso quindi che il Green pass rafforzato era di proprietà del suo compiacente amico che per l’occasione glielo aveva ‘prestato‘. Gli operatori della Polizia hanno provveduto quindi al sequestro del cellulare sul quale si trovava la certificazione impropria e hanno denunciato per violazione dell’ articolo 494 del Codice Penale (sostituzione di persona) alla locale procura della Repubblica sia il giovane utilizzatore che il complice amico in concorso.

Come disposto dal questore di Ancona Cesare Capocasa, sono stati attuati nella serata e prima nottata appena trascorsa i servizi interforze Polizia di Stato Arma dei Carabinieri volta alla verifica del rispetto della normativa anticovid-19 e alla prevenzione delle fenomenologie criminose con il fenomeno mobilità. A Jesi, sono stati controllati cinque esercizi cittadini di somministrazione di Cibi e bevande e nel dettaglio verificate le previste certificazioni in possesso e i lavoratori: il rispetto della normativa è risultato assoluto. Speciale attenzione è stata quindi posta alle aree del centro storico cittadino che, nel recente passato, hanno evidenziato criticità in ordine a fenomeni e comportamenti connessi alla movida, spesso evidenziati nelle richieste di intervento di cittadini residenti.
Anche in questo caso non sono state rilevate criticità: esercenti e residenti hanno mostrato apprezzamento per l’attività di prevenzione posta in essere dalle forze di polizia e dei continui servizi di ordine pubblico svolti nelle ultime settimane per una maggiore tranquillità durante lo svolgimento delle loro occupazioni e del riposo. Anche i sopralluoghi del contingente impegnato presso alcuni circoli privati e discoteche di Jesi e Monsano non hanno evidenziato violazioni a fronte di notevoli flussi di giovani e giovanissimi.

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.