Convegno di prevenzione del tumore ovarico, un'iniziativa di FIDAPA e Rotaract | Password Magazine
Banner4Baffi

Convegno di prevenzione del tumore ovarico, un'iniziativa di FIDAPA e Rotaract

JESI – Sarà un 8 maggio all’insegna della  prevenzione. Dall’intesa tra Rotaract e FIDAPA sezione Jesi, nasce la II Giornata Internazionale per la sensibilizzazione e prevenzione del tumore ovarico, l’unico evento in calendario sul territorio nazionale. L’incontro si terrà presso l’Auditorium dell’ospedale A. Murri, via dei Colli 52 Jesi, ed è rivolto a medici, biologi, professionisti del settore ma anche a tutti gli interessati. Sulla scia della serie di manifestazioni inserite nel “Mese del cancro Ovarico”, stabilito negli Stati Uniti dal Presidente Brarack Obama nel 2012 FIDAPA BPW ITALY Sezione di Jesi e ROTARACT Jesi rispondono alla loro mission di associazione e sposano l’idea di un convegno a carattere medico scientifico per formare ed informare su tale neoplasia.

L’evento vede il patrocinio della Fondazione Veronesi, della Commissione Europea, del Ministero della Salute, della Regione Marche e del Comune di Jesi.

Anche gli ordini professionali quale quello Provinciale dei Medici e l’Ordine dei Biologi hanno onorato l’evento con il patrocinio.

Durante tutta la Giornata si alterneranno illustri esperti del mondo accademico e clinico con lo scopo di formare e informare sugli aspetti genetici, clinici e diagnostici, nutrizionali fino a quelli legati alla comunicazione medico-paziente e vita di relazione.

Dopo i saluti delle presidenti, Letizia Saturni di FIDAPA e Giulia Annese di ROTARACT,  e L’apertura dei lavori scientifici è affidata a Flora Guerra, ricercatrice Fondazione Veronesi, che porterà le ultime notizie riguardanti il nuovo approccio diagnostico e prognostico del carcinoma ovarico. Uno sguardo poi alla realtà locale insieme alla professoressa Raffaella Bracci, del centro regionale Genetica Oncologica di Ancona. A seguire, il Direttore dell’UO Ostetricia e Ginecologia di Jesi, dr. Angelo  Curatola introdurrà le problematiche cliniche del killer silenzioso fino ad arrivare in chiusura della prima parte dei lavori, con il dr Marcello Chindamo, dell’UO Ostetricia e Ginecologia di Jesi, che parlerà dello screening e prevenzione del carcinoma.

La ripresa dei lavori vede la partecipazione di due professori: il dottor Valerio Napolioni, dell’Università di Perugia, e la dottoressa Rosita Gabbianelli. Entrambi, per strade diverse, ci introdurranno nel mondo delle scienze omiche e daranno la possibilità di capire come si possa pensare ad una medicina personalizzata e come stretta sia la relazione tra alimentazione-nutrizione e genetica.

Sarà poi la volta della dottoressa Elisa Mancini, giovane biologo nutrizionista che evidenzierà come la correttezza del modello alimentare di tipo mediterraneo sia strumento di prevenzione primaria ma anche secondaria nelle neoplasie ed in particolare in quella a carico dell’ovaio.

In chiusura un tocco di originalità grazie alla presenza di un coach professionista Franco Rossi, con lo scopo di sottolineare l’importanza della relazione. Una relazione che si instaura tra medico e paziente in tutte le fasi della malattia e che diventa potenziante e facilitante proprio per la donna che vive la malattia.

Il lavori inizieranno alle ore 9.00 e dureranno fino alle 18.00. Previsto coffee break e lunch time, con catering a cura di ristorante Ippocampo, Jesi.
Gradita è adesione.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.