Astralmusic

Crateri al parcheggio delle Conce, Binci (PD): «Lavori subito»

JESI – Una mozione sul grave stato del fondo stradale in cui versa il parcheggio delle Conce. A presentarla è il Consigliere comunale del PD Jesi Andrea Binci per il prossimo Consiglio Comunale.

«Uno dei più ampi parcheggi gratuiti con oltre 120 posti auto a ridosso del centro storico, che viene utilizzato dagli abitanti della zona, da coloro che debbono recarsi negli uffici pubblici e nelle altre attività commerciali del Corso, oltre che nel limitrofo centro commerciale – si legge nel documento – La strategicità di tale parcheggio è cresciuta nel tempo con l’apertura dell’impianto di risalita di Via Castelfidardo, in quanto Piazzale delle Conce è il parcheggio più vicino».

Secondo Binci «il progetto per realizzare parcheggi interrati in questa zona è ormai tramontato da molti anni, anche in considerazione della crisi economica che ha colpito il settore dell’edilizia» e l’area di sosta in questione «ormai da anni si trova in uno stato di abbandono, con la presenza di veri e propri crateri sull’asfalto, che mettono a rischio la sicurezza stradale».

«La stessa segnaletica orizzontale – sostiene Binci – è purtroppo assente da anni, contribuendo così ad un’organizzazione non ordinata della sosta». Inoltre «la sconnessione del fondo stradale è andata peggiorando vistosamente dopo le ultime nevicate ed eventi metereologici avversi» e «ormai è urgente intervenire subito per eliminare i crateri presenti al fine di conseguire un livello minimo di sicurezza stradale, per poi proseguire con l’asfaltatura dell’intero parcheggio e la realizzazione della segnaletica orizzontale prevista».

Per questo motivo, il consigliere Binci chiede a Sindaco e Giunta «di intervenire subito con i lavori di maggiore urgenza, per ripristinare il livello minimo di sicurezza del parcheggio e provvedere alla riasfaltatura del parcheggio delle Conce nel corso del 2018, utilizzando i fondi stanziati per le manutenzioni stradali, che sono stati recentemente incrementati».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*