Croceristi a Jesi, in 300 per visitare la "Città dell'Imperatore" | | Password Magazine

Croceristi a Jesi, in 300 per visitare la "Città dell'Imperatore"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Otto distinti gruppi, quasi 300 turisti, in larga parte stranieri, che hanno scoperto Jesi in crociera. Sono i risultati, più che lusinghieri per la nostra città, della stagione programmata dalla compagnia di navigazione MSC che oggi ha portato a Jesi l’ultimo gruppo imbarcato nella rotta adriatica con scali ogni venerdì al porto di Ancona.
L’escursione “La città dell’Imperatore”, dedicata appunto a Jesi era tra le possibili mète programmate, tra altre che prendevano in esame luoghi turisticamente più noti come Loreto, le Grotte di Frasassi o Urbino. Ebbene, tra tante opportunità, Jesi ha ben figurato, registrando un numero di presenze di gran lunga superiore a quello dello scorso anno e collocando così il flusso dei croceristi tra le nuove forme di turismo itinerante.
Soddisfatto il consigliere delegato al turismo Giancarlo Catani che ha promosso e sostenuto l’iniziativa. “Si conferma una valida opportunità per Jesi che ha saputo offrire una accoglienza completa, sia a livello di servizi culturali, sia per lo shopping. Anche l’itinerario, calibrato in modo tale che le visite programmate in Teatro ed in Pinacoteca avvenissero nel primo pomeriggio, quando i negozi sono chiusi, mentre il giro per la parte antica della città fosse organizzato nella mattinata, ha permesso di coniugare arte, cultura e acquisti. È una iniziativa che rilanceremo con ancora più entusiasmo il prossimo anno quando Jesi potrà vantare, oltre alle eccellenze attuali, anche il nuovo museo virtuale di Federico II, il rinnovato museo archeologico, il polo enogastronomico regionale dove saranno in vetrina tutte le produzioni di uqalità certificate delle Marche”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.