Da giovedì, la mostra di Giannetto Magrini alla biblioteca La Fornace | | Password Magazine

Da giovedì, la mostra di Giannetto Magrini alla biblioteca La Fornace

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE – La biblioteca La Fornace di Moie ospiterà, da giovedì 26 febbraio, la mostra dell’artista marchigiano Giannetto Magrini. L’esposizione, dal titolo “Sperimenti su rame”, sarà inaugurata alle ore 17, nei suggestivi spazi del tunnel della “eFFeMMe23, e sarà visitabile fino al 14 marzo, negli orari di apertura della biblioteca. Magrini aveva già esposto a La Fornace un anno fa, ma ora torna proponendo nuove opere e nuovi percorsi artistici.

Lunga la carriera di Magrini, che si dedica alla pittura dalla metà degli anni Sessanta, dai tempi dell’Accademia di Belle Arti di Perugia, i cui corsi frequenta a partire dal 1965. Alla fine del decennio aderisce alla corrente informale con i lavori del ciclo “Strutture immaginifiche” e “Ritratti immaginari”. Nel 1976 inizia a dipingere opere su fondo nero raffiguranti strutture cellulari mentre dal 1983 inaugura la sua produzione scultorea recuperando modelli in legno dalla fonderia di una vecchia fabbrica di utensili e macchine agricole di Jesi, assemblandoli in una serie di sculture assai originali ispirate alla ricerca di una sorta di archeologia del moderno. Nella sua vasta produzione figurano anche opere di grande formato ispirate a tematiche sociali e di impegno civile.

Prosegue intanto il fitto calendario di iniziative in programma nella biblioteca di Moie. Tutti i giovedì, alle ore 21, al “Binario 9 e ¾”, ci sarà un viaggio alla scoperta del gioco da tavolo. Un modo per passare un paio di ore alternative giocando, rivolto a chi ha dai 10 anni in su. Per informazioni ci si può rivolgere a Samuele (3927588197), Francesco (3407605122), oppure alla pagina facebook www.facebook.com/giochi.da.tavolo.moie.

Sempre nei locali del “Binario 9 e ¾” prosegue, ogni martedì e venerdì, dalle 16 alle 18,30, il progetto, voluto e ideato dalla consigliera comunale Irene Bini, dal titolo “Pomeriggio al binario”: uno spazio autogestito, dove mamme e papà possono portare i propri figli, da tre a sei anni, in possesso della Bibliocard. Il Binario è stato dotato di giochi e libri per i più piccoli e una volta a settimana due “Lettorixcaso” de “La Fornace”, Damiano e Adele, fanno letture per i bambini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.