Da Jesi e Vallesina a Piazza San Pietro con Papa Francesco per i 150 anni dell'Azione Cattolica | | Password Magazine
Banner4Baffi

Da Jesi e Vallesina a Piazza San Pietro con Papa Francesco per i 150 anni dell’Azione Cattolica

Foto Riccardo Cecchini

JESI – «Un’esperienza all’insegna della gioia con la G maiuscola e, inutile nasconderlo, della fatica. D’altronde come è il servizio in Azione Cattolica».
Martina Zitti, presidente Ac della parrocchia di San Massimiliano Kolbe, ricorda così, a poche ore dal rientro da Roma, la bella esperienza vissuta per il 150mo dell’associazione festeggiato in piazza San Pietro con Papa Francesco il 30 aprile.


Un evento nazionale che ha coinvolto tantissimi e che ha visto la partecipazione anche degli associati, giovani e giovanissimi, di Jesi e della Vallesina.
Partiti alle 2.30 del mattino con 2 autobus doppi e 2 classici, all’incirca in 300 (296 per la precisione), in rappresentanza delle parrocchie di San Massimiliano Kolbe, San Francesco d’Assisi, San Francesco di Paola, San Giuseppe, Regina della Pace, San Sebastiano e Santa Maria del Piano E, poi, da Moie, San Marcello, Castelplanio, Montecarotto, Pianello Vallesina.
«Mi piace riprendere il discorso del Papa che ha sottolineato come “avere una lunga storia alle spalle non serve per camminare con gli occhi all’indietro, farete uno schianto! O per guardarsi allo specchio! In tanti siamo brutti, meglio non guardarsi!”.
Non serve assidersi, mettersi in poltrona, ma andare avanti. Sempre. E arrivare dove c’è bisogno.


«Quello che mi porto a casa – dice ancora Martina, 29 anni, farmacista – è sicuramente il desiderio di concretizzare nell’Ac l’invito del Papa di mettere salde radici nella parrocchia per uscire e arrivare dove la gioia e l’Amore sono bisogni urgenti, dalla grande politica, come lui l’ha definita, alle piccole periferie. Ce n’è per tutti».


Non è e non sarà una passeggiata «è un compito importante e gravoso ma sapere che in quella grande e suggestiva piazza eravamo in centomila dà la carica sufficiente proprio per andare avanti sapendo di non essere soli e che è bello avere 150 anni e non sentirli”.
«E’ stata un’esperienza molto bella – afferma Linda, 14 anni – vedere Papa Francesco dal vivo, specialmente insieme a tutti i miei amici ed educatori dell’Ac. Un ricordo che porterò sempre nel mio cuore”.
A cura di Pino Nardella

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.