Dalle sarte di San Giuseppe mascherine 'brandizzate' per la Pinacoteca civica | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Dalle sarte di San Giuseppe mascherine ‘brandizzate’ per la Pinacoteca civica

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Mascherine brandizzate per la Pinacoteca civica di Jesi. I presidi di sicurezza con la ruota di Lorenzo Lotto sono un dono delle trenta nonne di San Giuseppe che da poco più di un mese, all’interno dei locali parrocchiali, cuciono e ricamano mascherine.

Mascherine che a settembre saranno regalate anche ai bambini delle scuole cittadine. Le sarte del quartiere jesino, da 40 anni, insegnano l’arte dell’ago e filo a bambini e bambine del centro estivo, quest’anno sospeso per il covid. Le signore hanno però deciso di non restarsene con le mani in mano: ogni lunedì, dalle 18 alle 19, le signore allestiscono anche un banchetto per scambiate mascherine con pacchi di pasta e cibo da raccogliere e destinare alle famiglie meno abbienti del quartiere: «Una sorta di baratto – spiegano le due sarte Maria Pia e Velma, in rappresentanza del gruppo – dove non chiediamo soldi ma generi alimentari e di prima necessità per chi ne ha bisogno, soprattutto in questo periodo difficile».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.