Danneggia un'auto in sosta e si allontana, incastrata dalle telecamere | Password Magazine
Festival Pergolesi

Danneggia un’auto in sosta e si allontana, incastrata dalle telecamere

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Immagine di repertorio

FALCONARA MARITTIMA – Danneggia un’auto mentre esce dal parcheggio, ma si allontana senza essere notata. La colpa del danneggiamento viene inizialmente attribuita a un altro automobilista, ma la Polizia locale di Falconara alla fine scopre il vero responsabile, dopo aver visionato ore e ore di filmati. È stata sanzionata per 345 euro una 37enne anconetana che, il mese scorso, a bordo della sua Suzuki ha ammaccato la parte posteriore di una Peugeot 208, durante la manovra per uscire da un parcheggio in via Mameli. Il proprietario della Peugeot si è accorto solo il mattino successivo dei danni alla carrozzeria. Ha chiamato la polizia locale e ha inizialmente indicato l’auto posteggiata subito dietro, anch’essa ammaccata. Gli agenti hanno però ritenuto incompatibili i danni delle due vetture e per ricostruire l’accaduto hanno chiesto di acquisire i filmati delle telecamere presenti in zona. Dopo aver visionato le immagini registrate nelle ore precedenti sono risaliti alla Suzuki. I fotogrammi hanno mostrato chiaramente la dinamica dello scontro, avvenuto il pomeriggio precedente alla segnalazione e hanno permesso di leggere la targa del veicolo. La proprietaria è stata rintracciata e convocata al Comando di piazza del Municipio: era proprio la stessa donna filmata dalle telecamere al volante della Suzuki. La donna ha affermato di non essersi accorta dell’urto, ma questo non l’ha salvata dalle sanzioni: le sono state contestate due violazioni, una per la manovra errata (42 euro) e un’altra per essersi allontanata senza avvisare il proprietario dell’auto danneggiata o le forze di polizia (303).

Le due contestazioni sono costate alla 37enne anche sei punti della patente. Ovviamente, tramite l’assicurazione, dovrà anche farsi carico dei danni provocati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.