Destinazione immobili ex Progettojesi, interpellanza del consigliere Binci (PD)

JESI – Sarà approfondita in occasione del prossimo Consiglio comunale la questione della destinazione degli immobili dell’ex ProgettoJesi, la società di cartolarizzazione del Comune di Jesi, costituita nel 2006. Il consigliere comunale del PD Andrea Binci ha infatti depositato un’interpellanza da discutere nella seduta del 25 ottobre
«A fine 2016 la società ha deliberato la riduzione del capitale sociale per Euro 11.281.348 con la copertura di perdite pregresse e la riassegnazione di alcuni beni immobili al socio unico Comune di Jesi – è riportato nel documento –  a seguito di questa decisione in data 27 ottobre 2017 sono tornati di proprietà del Comune di Jesi Villa Borgognoni, Palazzina, la  ex ASL di Via Gallodoro, unità immobiliari facenti parte del centro commerciale La Fornace, un fabbricato in Via Castelrosino ed un secondo in Via Garibaldi».

Il consigliere del PD intende chiedere all’Amministrazione comunale «quali provvedimenti l’Amministrazione Comunale ha inteso adottare o comunque come intende trattare la questione della destinazione degli immobili ex proprietà Progettojesi S.r.l.» considerato che «Villa Borgognoni che è stata paradossalmente destinata ad ospitare gli uffici dell’ASP, proprio quando veniva riassegnata al Comune la palazzina degli uffici dell’ex Asl; che l’immobile di Castelrosino, rimasto invenduto da Progettojesi, viene riassegnato al Comune e da questo messo nel piano delle alienazioni 2018; che rimane in capo a Progettojesi la stecca di negozi ex Appannaggio di Corso Matteotti, rimasti invenduti dopo le aste effettuate; che a questo punto sarebbe opportuno avere una pianificazione per definire la destinazione degli immobili riassegnati al Comune e di quelli ancora di proprietà di ProgettoJesi in liquidazione» .

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*