Dieci alloggi di edilizia residenziale, pubblicato il bando | Password Magazine
Festival Pergolesi

Dieci alloggi di edilizia residenziale, pubblicato il bando

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MAIOLATI SPONTINI – L’Amministrazione comunale ha pubblicato il bando relativo alla realizzazione di 10 alloggi di edilizia residenziale pubblica agevolata, da dare in locazione, a Moie, con patto per la vendita futura. Il bando è scaricabile sul sito Internet del comune di Maiolati Spontini, all’indirizzo www.halleyweb.com (alla sezione bandi e gare) ma se ne può anche prendere visione direttamente presso l’Ufficio tecnico del Comune nei giorni di martedì, giovedì e venerdì dalle 8,30 alle 11,30 e martedì dalle 16,30 alle 18. Nella delegazione di Moie gli Uffici sono a disposizione il martedì dalle 8,30 alle 13, il sabato dalle 8,30 alle 12, e il giovedì dalle 17 alle 18,30.

La scadenza per la presentazione della domanda per la manifestazione di interesse è fissata per il 5 marzo 2014.

Si tratta del progetto del Comune, sostenuto dall’Erap, che ha l’obiettivo di rendere l’acquisto di un’abitazione più a portata di mano per tante famiglie. Per entrare in possesso dell’appartamento, da riscattare dopo dieci anni di affitto, occorre avere un reddito ISEE, riferito all’anno 2012, inferiore a 39.701,19 euro e superiore a 8.374 euro all’anno, valore, quest’ultimo, abbassato in seguito alle richieste emerse durante l’assemblea pubblica organizzata lo scorso venerdì 7 febbraio dal Comune per illustrare il progetto.

Il lotto di terreno interessato al progetto, di proprietà del Comune, è di circa 1.770 mq e si trova nei pressi di via Ancona, tra via Risorgimento e via Trieste. Chi è interessato a un appartamento dovrà farsi carico di un canone di locazione di circa 260 €/mese per gli alloggi più piccoli e di circa 425 €/mese per quelli di 95 mq. Sono destinati prioritariamente ai residenti del comune di Maiolati Spontini e a coloro che si impegneranno formalmente all’acquisto dopo il periodo decennale di affitto, il cui importo andrà a scomputo del prezzo di cessione, che sarà determinato dal costo di costruzione al netto del contributo regionale di circa 50 mila euro per ogni alloggio. Il vantaggio sarà non solo nell’abbattimento per effetto del contributo della Regione Marche ma anche per il fatto che l’Erap non prevede profitto e, ad esempio, l’eventuale ribasso nell’aggiudicazione della gara d’appalto, oltre a finanziare gli eventuali imprevisti, potrà determinare un’ulteriore diminuzione del costo.

Si tratta di un’operazione integrata in due fasi: la prima è quella dei dieci appartamenti attuali, mentre la seconda, a seguire, riguarderà quattro appartamenti che diventeranno di proprietà del Comune, due come rimborso dell’area e due da acquisire a prezzo concordato, che saranno destinati ad edilizia popolare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.