Dimissioni Caré, Percorso civico: «La Giunta Consoli perde pezzi». | | Password Magazine
Banner4Baffi

Dimissioni Caré, Percorso civico: «La Giunta Consoli perde pezzi».

MAIOLATI SPONTINI – «In queste ore per i membri della maggioranza Consoli è suonato il silenzio, si sono stretti i ranghi e anche la componente leghista ha abbassato la testa (senso di colpa?) il tutto a seguito dell’abbandono del loro membro più capace e competente, Deborah Carè». Il gruppo consiliare all’opposizione di Maiolati Spontini Percorso civico commenta le dimissioni della oramai ex assessore alla Cultura del Comune di Maiolati: «Ufficialmente per sopraggiunti impegni lavorativi, dopo soli 6 mesi dall’insediamento, con un bilancio da approvare e con tensioni politiche interne alla maggioranza, la Carè esce dai giochi. Proprio lei che aveva portato il maggior numero di voti alla lista, proprio lei che aveva dimostrato in questi primi mesi determinazione e voglia di fare, proprio lei che era l’unica assessora interna alla Giunta. Ha meravigliato non poco la drasticità della sua scelta, infatti non solo ha restituito le deleghe di assessore ma si è dimessa anche da consigliere comunale. In relazione alla fiducia che tanti avevano riposto in lei avremmo pensato che volesse mantenere almeno il ruolo di consigliere, sicuramente meno impegnativo di quello di assessore e che le avrebbe permesso di continuare ad adempire al consenso ricevuto. Ma forse le motivazioni sono più profonde ed insanabili.

Il fianco è sempre più scoperto, l’incapacità di governare un Comune come Maiolati Spontini è manifesta, errori politici, commissioni mai convocate, consigli comunali a singhiozzo, conferenze di capigruppo…queste sconosciute!

Ogni giorno questa maggioranza si dimostra inadatta al ruolo che ricopre.

Se non ve se ne foste ancori accorti, siamo a Maiolati Spontini! Imparate in fretta ad amministrare un Comune come il nostro, articolato, plurale, ricco di eccellenze e di potenzialità. Con strutture e servizi che lo hanno reso punto di riferimento per tutto il territorio.

Riuscirete a migliorare l’esistente? O forse, il vostro obiettivo è un altro?».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.