Disabilità ai tempi del Covid, a Jesi l'ex ministro on. Locatelli (Lega) | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Disabilità ai tempi del Covid, a Jesi l’ex ministro on. Locatelli (Lega)

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Le difficoltà delle famiglie più fragili durante l’emergenza Covid è il tema affrontato questa mattina dall’on. Alessandra Locatelli, deputata per la Lega Nord ed ex ministra alla Famiglia e Disabilità nel Governo Conte 1, in un incontro organizzato con la stampa a Jesi. Accolta dagli esponenti territoriali della Lega Salvini Premier, l’ex ministra è arrivata intorno alle 11.30 all’Happiness Bar, dopo aver visitato nella prima parte della giornata la Lega del Filo d’Oro di Osimo.
A fare gli onori di casa il coordinatore provinciale della Lega Salvini Premier Milco Mariani, la consigliera regionale Marzia Malaigia e il consigliere comunale di Jesi Marco Giampaoletti accompagnato dal coordinamento cittadino.

«In questo periodo le famiglie si sono organizzate per fare di tutto e di più – ha detto la ex ministra -. Hanno vissuto settimane di lockdown, in completo isolamento, e in condizioni economiche devastanti. Il Governo in questa emergenza ha lasciato indietro i più fragili, abbandonando questa parte della popolazione a se stessa. Persone inascoltate, rimasti escluse da alcuni bonus e con pensioni non dignitose. Come Lega abbiamo fatto delle proposte, invitando il Governo a riflettere su misure di sostegno per i disabili e le loro famiglie, considerato anche il momento di difficoltà economica. Gravi problemi che l’emergenza ha messo ancor più in evidenza».

20200608_114610

Presenti all’incontro con l’ex ministro anche rappresentanti di associazioni del territorio. Tra questi la referente del comitato Pro Ospedali Pubblici delle Marche Beatrice Marinelli nonché rappresentante del Comitato Famiglie di Persone con Disabilità Grave e Gravissima della Regione Marche, presieduto da Maria Rosaria Borgognoni. La Marinelli ha esposto il problema dei tagli alle poltrone nel reparto di Odontostomatologia dell’ospedale di Torrette: «È qui che le famiglie con figli disabili si rivolgevano per le cure dentali, essendo già per loro difficile comunicare o stare in postura corretta – fa sapere – Quando le strutture pubbliche vengono private dei servizi, sono le fasce più deboli della popolazione a pagarne per prime le conseguenze».

L’on. Locatelli con il coordinamento jesino e la consigliera regionale Malaigia

Intervenuto nel dibattito anche Simone Giangiacomi, presidente UILDM Sezione di Ancona: «Le istituzioni ci hanno lasciato soli – ha detto – Durante l’emergenza ci hanno tolto l’assistenza domiciliare, hanno chiuso i centri diurni. Eppure si muore anche di altro, non solo di covid»

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.