Discarica, AnconAmbiente replica al M5S Maiolati: "Troppe inesattezze" | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Discarica, AnconAmbiente replica al M5S Maiolati: “Troppe inesattezze”

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

ANCONA – Il Presidente di AnconAmbiente S.p.A. Antonio Gitto interviene in relazione a quanto pubblicato su web a firma del M5S di Maiolati Spontini.

“Ho letto con attenzione l’articolo in questione e ritengo sia giusto precisare alcune questioni che riguardano AnconAmbiente. Innanzitutto, è sbagliato parlare di aziende (Sogenus e AnconAmbiente) in concorrenza tra loro. Ciò per almeno due motivi: il primo motivo è che si tratta di aziende pubbliche, che erogano servizi pubblici (non sono aziende che devono sottrarsi clienti l’un l’altra); il secondo motivo è che Sogenus gestisce una discarica (cosa di cui AnconAmbiente non dispone), attività complementare a quella di AnconAmbiente. Quindi, semmai, si fanno sinergie. Inoltre, “i cospicui utili” che Sogenus apporterebbe al bilancio di AnconAmbiente, sono sicuramente importanti, ma non decisivi per il bilancio di AnconAmbiente (almeno per gli anni di mia competenza: 2014/2017). Infatti, come si evince dai dati depositati ufficialmente, il reddito operativo (euro 733.883 nel 2016, 2.056.834 nel 2015 e 1.218.841 nel 2014) ed il reddito netto (euro 306.793 nel 2016,             1.721.152 nel 2015 e 416.863 nel 2014) mostrano, evidentemente, degli ottimi risultati prescindendo dai dividendi (euro 155.194 nel 2016, 264.103 nel 2015 e 197.941 nel 2014). Anzi, nel 2016, anno che abbiamo più volte definito prudenziale, a seguito del mancato ampliamento della discarica, si è provveduto a svalutare la partecipazione stessa (che ha, quindi, inciso negativamente sul reddito di periodo). In ultimo, la parte operativa, AnconAmbiente ha conferito a Sogenus nei primi 8 mesi del 2017 i seguenti materiali: rifiuti a base di gesso (cartongesso) proveniente dal nostro CentrAmbiente, materiale isolante derivante sempre dal CentrAmbiente e, infine, degli ingombranti. Questi ultimi provenivano dal Comune di Cerreto d’Esi e sono stati conferiti solamente nei mesi di gennaio e febbraio. Il fatturato complessivo generato a partire dal 1 gennaio 2017 da parte della nostra partecipata Sogenus è stato pari a euro 4.407,41, una cifra che non ha bisogno di alcun commento e che smentisce quanto affermato nell’articolo.

Per quanto concerne la presunta incompatibilità dell’Ing. Patrizio Ciotti all’interno del CdA di Sogenus sono a specificare che esiste una profonda differenza tra Società Partecipate da Enti Pubblici e Società in Controllo Pubblico alla quale si applica la norma richiamata dal comunicato stampa del M5S. Sogenus S.p.A., infatti, come si può evincere dallo statuto e, ribadito da autorevole parere legale, è una Società Partecipata e non una Società in Controllo Pubblico. Pertanto, basta leggere con più attenzione la normativa, Decreto Legislativo n. 175 del 19 agosto 2016 così come modificato dal D.Lgs. n. 100 del 16 giugno 2017 per evitare inutili polemiche e strumentalizzazioni. Il D.Lgs. n. 39/2013 citato nel comunicato del M5S trova applicazione alle Società in Controllo Pubblico”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.