Discarica, la Provincia boccia l'ampliamento. Castelbellino "Avevamo ragione". Maiolati: "Ci rivolgeremo al Tar" | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Discarica, la Provincia boccia l'ampliamento. Castelbellino "Avevamo ragione". Maiolati: "Ci rivolgeremo al Tar"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce


VALLESINA – La Provincia di Ancona boccia l’ampliamento della discarica la Cornacchia.

Stamattina, la Conferenza dei Servizi ha negato l’autorizzazione al completamento del progetto che, presentato dal Comune di Maiolati nel 2013, prevedeva un ampliamento dell’impianto destinato al 100% ai rifiuti speciali, su un’area – a sud dell’attuale dislocazione – di 15 ettari per un volume di circa 1.500.000 metri cubi pari a circa 14 anni di attività (circa 100.000 t/a).

Due i contributi che hanno portato a tale decisione. Il primo viene dalla Regione Marche. Il Nuovo Piano regionale dei Rifiuti, approvato nel febbraio 2015 e quindi due anni successivo al progetto di ampliamento, definiva la Cornacchia una discarica “in esaurimento”, stabilendo una serie di criteri per la regolamentazione della gestione dei rifiuti. Inoltre, l’attuazione dell’ampliamento non avrebbe rispettato il parametro di distanza dell’impianto dai centri abitati e luoghi sensibili che, secondo la normativa, non può essere inferiore ai 2 chilometri.

Il secondo punto discusso riguardava l’impatto della discarica su salute e ambiente e, in questo caso, a far da ago della bilancia i contributi di Asur e Arpam.

La sentenza della Provincia rafforza dunque la posizione del Comune di Castelbellino che, contrario al progetto di ampliamento e preoccupato per la salute dei cittadini e per i rischi di danni ambientali, in più occasioni aveva richiesto il rispetto del patto di fine vita della discarica. “Il sindaco Andrea Cesaroni aveva ragione e con lui tutti gli amministratori e i cittadini”, fa sapere l’Amministrazione comunale.

Dall’altra parte, il Comune di Maiolati non accetta l’esito della Conferenza dei Servizi e il sindaco Umberto Domizioli annuncia di voler presentare ricorso al TAR insieme a Sogenus:

“In 25 anni nessun problema di nessun tipo è stato rilevato nella discarica Cornacchia – dichiara il Sindaco di Maiolati – la Conferenza si è conclusa con l’evidenza che non c’è nessun nesso tra discarica ed eventuali eccessi di particolari malattie nel territorio e che questi vanno ricercati altrove”. E su quanto espresso dalla Regione Marche, dichiara: “Un parere formulato – come anche evidenziato dai legali – con evidenti contraddizioni, anche rispetto a precedenti pronunciamenti e ad altri atti della Regione stessa”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.