Discarica, vento fa volare rifiuti. Il Comune: «Nessun pericolo» | Password Magazine
Banner4Baffi

Discarica, vento fa volare rifiuti. Il Comune: «Nessun pericolo»

Una delle foto apparse su Facebook (Comitato per il Controllo della Discarica "Cornacchia")

MOIE  – Stanno facendo il giro del web le immagini di sacchetti e rifiuti in plastica che volano al vento e si affacciano dalle recinzioni della discarica “La Cornacchia” di Moie

L’allarme arriva dai cittadini, preoccupati che, con il  persistere dei venti, il sollevarsi in aria di tale materiali comporti rischi per la salute e l’ambiente. A raccogliere la preoccupazione anche il Comitato per il Controllo della Discarica “Cornacchia” che, afferma, di aver segnalato l’evento – non il primo -ai Sindaci quali primi responsabili della salute dei cittadini del territorio, alla Procura della Repubblica e al Prefetto.

Il Comune di Maiolati Spontini non ha tardato a rispondere e lo ha fatto a mezzo stampa, tentando di fare pubblicamente chiarezza sulle “reali conseguenze delle giornate particolarmente ventose per l’impianto di smaltimento dei rifiuti in zona Cornacchia, gestito dalla Sogenus”. A parlare è l’assessore all’Ambiente Irene Bini: «Quando il vento è molto forte, a seguito delle operazioni di tritovagliatura dei rifiuti secchi indifferenziati, la parte più leggera, e cioè le buste di plastica e le carte, non ancora interrata, viene sollevata e spinta contro le due recinzioni, delle quali quella interna è stata realizzata proprio per arginarne gli impatti».

Per l’assessora si tratterebbero insomma dei soliti “falsi allarmi”, volti ad impaurire e creare ansie nelle persone più sensibili: «Sono state pubblicate foto su Facebook – osserva l’assessore Bini – accompagnate da commenti che insinuano falsità, mettendo in dubbio la professionalità e l’abnegazione di chi in discarica lavora. Queste stesse foto sono la prova provata che le recinzioni installate sono efficaci, impediscono infatti il disperdersi di buste di plastica e carte nei campi circostanti. Leggiamo accuse di mancate coperture giornaliere dei rifiuti conferiti, leggiamo inoltre affermazioni circa il trasporto delle polveri e degli inquinanti da parte del vento. Ricordiamo a tutti che i pochi rifiuti speciali non pericolosi, allo stato pulverulento conferiti, giungono per lo smaltimento, in sacchi omologati, chiusi e sigillati. Ricordiamo che tutti i rifiuti contenenti eternit conferiti in discarica non quotidianamente sono perfettamente chiusi e sigillati in involucri di polietilene per impedire qualsiasi dispersione di eventuali fibre libere. Informiamo infine che appena cessa di soffiare il vento, nelle ore successive, i dipendenti della Sogenus e quelli delle due cooperative sociali procedono alla raccolta e allo smaltimento di tutti i materiali sollevati e trattenuti dentro le recinzioni».

La Bini esprime poi «rammarico perché la circostanza sarebbe stata uno spunto interessante per riflettere sull’abuso della plastica e sulla poca civiltà di chi non effettua una corretta raccolta differenziata. È stata trasformata invece in un’occasione per fare una polemica sterile e per creare pressioni sui titolari di importanti Uffici pubblici che hanno competenze in materia autorizzativa e di controllo». 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.