Dog Day per i diritti e doveri dei 4 zampe, l’evento rimandato per il maltempo

JESI – La manifestazione “Dog Day – Per i diritti e i doveri dei nostri amici a 4 zampe” è stata rimandata ai primi di maggio a causa del maltempo: alcuni si sono comunque riuniti davanti al Comune di Jesi in Piazza Indipendenza alle 10.30 di questa mattina per portare avanti la loro causa.

Raccogliere le deiezioni e pulire la pipì dalle strade con dell’acqua, avere la museruola sempre con sé, portare il proprio cane al guinzaglio e non entrare nelle aree giochi dei più piccoli: questi sono alcuni degli obblighi che i padroni dei cani devono rispettare se non vogliono andare incontro a multe che possono arrivare anche a 400€. Dall’estate del 2018 è infatti partita la convenziona tra Legambiente e il Comune di Jesi che prevede il controllo dell’animale grazie a due guardie zoofile con il supporto della Polizia Locale.  Ma c’è chi a questi controlli mirati e sempre più frequenti proprio non ci sta, o meglio, è d’accordo con quanto messo in campo dall’Amministrazione Comunale ma chiede un aiuto da parte loro: «Il nostro intento è quello di aprire un dialogo con l’Amministrazione Comunale affinché ascolti le nostre richieste e problematiche – spiega il promotore dell’evento Massimiliano Lucaboni – per trovare una soluzione insieme».

Con quest’evento gli organizzatori vogliono sensibilizzare la comunità riguardo quelle che sono le loro quotidiane battaglie con i loro amici a 4 zampe: «Quello che chiediamo all’Amministrazione sono cose semplici come dei cestini adibiti ai bisogni dei cani perché metterli nei cestini normali che si trovano lungo il Corso è assurdo e fontanelle per ovviare al problema della pipì – continua Massimiliano Lucaboni  – insomma, chiediamo che l’Amministrazione ci venga incontro perché vogliamo contribuire al decoro della città e dunque speriamo in una risposta concreta da parte loro cosicché possiamo contribuire».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*