Domenica, "Vado senza auto": scatta il divieto di transito

JESI – Domenica prossima (21 febbraio) è stop del traffico dalle ore 9:30 alle 12:30 e dalle ore 14:00 alle 17:00: è stato infatti istituito il “Divieto di Transito” nei confronti di tutti i veicoli a motore. Il divieto è valido per tutta l’area della città.

Di seguito il perimetro dell’area ove vige il suddetto divieto è formato dalle seguenti intersezioni o vie:

– INTERS. VIA ACQUASANTA – VIA PARADISO – VIA AGRARIA;
– INTERS. VIA TABANO – VIA MONTESECCO;
– INTERS. VIA DEL BURRONE – VIA MARTIRI DELLA LIBERTA’ – VIA MONTECAPPONE – VIA COLLE ONORATO;
– INTERS. VIA ROMA – VIA BALEANI;
– INTERS. VIA SPINA – VIA BALEANI;
– INTERS. VIA MINONNA – VIA MISA – VIA PIANDELMEDICO;
– INTERS. VIA MISA – VIA MINONNA;
– INTERS. VIA FONTEDAMO – VIA RONCAGLIA
– INTERS. VIA FONTEDAMO – VIA PASTORE;
– INTERS. VIA FONTEDAMO – VIALE DELL’INDUSTRIA;
– INTERS. VIA FONTEDAMO – VIA BRODOLINI;
– INTERS. VIA FONTEDAMO – VIA ANCONA – VIA GHISLIERI;
– INTERS. VIA GHISLIERI – VIA DELLA FIGURETTA;
– INTERS. VIA ACQUATICCIO – VIA S. LUCIA;
– INTERS. VIA S. LUCIA – VIA FRIULI;
– INTERS. VIA SAN MARCELLO – VIA LA LARGA

Possono comunque circolare i veicoli elettrici e ibridi, a metano e GPL o bifuel (benzina-metano, benzina-gpl). La circolazione è consentita anche agli automezzi per il trasporto pubblico urbano ed extra urbano (rientrano nel divieto quelli a noleggio e quelli turistici in genere), taxi e veicoli NCC (Nolo Con Conducente) fino a 9 posti, veicoli delle forze di polizia,di altri ufficiali ed agenti di polizia giudiziaria in servizio e delle forze armate. Nessun divieto anche per i mezzi sanitari e di soccorso – compresi ambulanze ed automediche – veicoli dei medici in visita domiciliare, della Guardia Medica, dei Vigili del Fuoco, della Protezione civile, dei servizi tecnici degli Enti Locali e dei servizi tecnici delle aziende che eserciscono pubblici servizi (acqua, gas, energia elettrica, telefoni, ecc.) dotati di contrassegno, carri attrezzi adibiti al soccorso stradale.

Nessuno stop per i mezzi diretti alle strutture sanitarie di tipo ospedaliero che trasportano pazienti, medicinali, plasma e altro per trasfusioni, organi da trapiantare, gas e materiali medicali, attrezzature, per i quali può essere motivato lo stato di necessità e urgenza; per i  veicoli che conducono al domicilio dei pazienti gas medicali, medicinali salvavita e attrezzature mediche salvavita, per i quali può essere motivato lo stato di necessità ed urgenza, per i veicoli utilizzati per trasporto di persone che si rechino presso le strutture sanitarie per sottoporsi a visite mediche, terapie ed analisi programmate in possesso di relativa certificazione medica, o per esigenze sanitarie urgenti autocertificabili (in carta libera).
Ammessi i veicoli adibiti all’igiene urbana, limitatamente ai servizi di raccolta, allontanamento dei rifiuti e vuotatura fosse biologiche, quelli al servizio delle persone invalide munite del contrassegno previsto dal codice della strada; le auto funebri e veicoli al seguito delle cerimonie funerarie o altre cerimonie se muniti di autocertificazione in (carta libera)in cui sia dichiarato anche il motivo ed il percorso da seguire.
Possono circolare autovetture con almeno tre persone a bordo (car-pooling) e veicoli attrezzati per il pronto intervento di impianti elettrici, idraulici, termici e tecnologici, i cui conducenti devono essere in possesso di autocertificazione (in carta libera) indicante gli estremi del veicolo, l’orario, l’indicazione del luogo di partenza e di destinazione ed il motivo dell’intervento. Tutti gli altri mezzi impegnati per particolari o eccezionali attività in possesso di apposita autorizzazione rilasciata dagli uffici competenti.

.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*