Dream day, inaugurato il nuovo parco. E in cantiere già un nuovo progetto | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Dream day, inaugurato il nuovo parco. E in cantiere già un nuovo progetto

JESI – Grande partecipazione ai Giardini pubblici di Jesi ieri pomeriggio all’ inaugurazione della seconda area giochi per disabili della città, realizzata grazie alla raccolta fondi del Dream Day, curato e gestito da Selena Abatelli.

Il parco è stato intitolato alla memoria di “Diego&Daniela”, grazie al contributo non solo economico ma anche emotivo dei ragazzi degli Ultras Jesi. Al taglio del nastro, insieme alla Abatelli, erano presenti il sindaco del Comune di Jesi Massimo Bacci, il vice sindaco Luca Butini e il presidente del Consiglio comunale Daniele Massaccesi,  oltre ai rappresentanti di associazioni, collaboratori, giocatori dell’Aurora Basket e volontari della Vip Clown Vallesina Onlus che hanno intrattenuto le famiglie con momenti di animazione, giochi e divertimento.

 Una giornata ricca di emozioni dove, per la prima volta, sono stati presentati e aperti ai bambini i nuovi giochi: un’altalena per disabili – la seconda dopo quella del Parco del Vallato – una pavimentazione antitrauma, un canestro magico, un gioco sonoro e una tabella di ringraziamenti.

Presenti ospiti da tutta Italia: dall’attore Antonio Lo Cascio al patron di La Fotomodella Italiana Andrea Giannetto con alcune miss, piloti, personaggi del mondo dello sport.

“Jesi è la prima città in Italia ad avere due parchi attrezzati con giochi per bambini con disabilità. Un risultato che è motivo di orgoglio e di vanto –  sono le parole di ringraziamento del sindaco Bacci – Grazie a Selena e a tutti coloro che hanno collaborato e contribuito al progetto Dream Day”.

E il sogno non finisce qui: a settembre, infatti, ci sarà una nuova raccolta fondi e un nuovo obiettivo da raggiungere:

“Lo rivelo in anteprima a Password: ho fatto progettare un nuovo gioco, un altalena in acciaio, ancora più grande, dove bambini normodotati e disabili potranno divertirsi insieme – spiega Selena – Ringrazio l’Amministrazione comunale e tutti i sostenitori del Dream Day per aver creduto in questo progetto: grazie per aver detto sì, per aver abolito l’indifferenza verso un’esigenza concreta e sentita. Da oggi, i bambini potranno giocare anche qui ai Giardini pubblici tutti insieme”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.