Matt Cancelleria
Vai al Sito

Droga in città, Lega chiede una Commissione comunale sul fenomeno

Immagine d'archivio

JESI – Torna la paura per le siringhe abbandonate nei parchi. Diverse le segnalazioni dei cittadini ne hanno riscontrato la presenza nei pressi dell’Istituti industriale di Jesi, nelle vicinanze di Piazza Bramante, nelle adiacenze di piazzale San Savino.

La consigliera comunale della Lega  Silvia Gregori ha chiesto che venga istituita una Commissione apposita sul fenomeno del consumo delle droghe in città:«Oltre a costituire un pericolo per la salute di adulti e bambini, sono sintomo di un fenomeno allarmante che sta prendendo campo nella nostra città e ovvero quello del massiccio uso di sostanze stupefacenti e di un ritorno tra esse della famigerata eroina, meno costosa e più facile da reperire come riportano i sondaggi su questo tema – spiega la Gregori in una nota stampa – I tanti arresti compiuti dalla forze dell’ordine nei pressi della stazione di Jesi di corrieri (di solito richiedenti asilo o addirittura migranti irregolari) con notevoli quantità di droga sono a confermare di come la nostra città sia ormai diventata un’importante piazza di spaccio. Cosa sta succedendo? Sicuramente questa crisi economica con l’aumento di un tasso di disoccupazione importante sta generando in molti sconforto e disperazione tali che nei soggetti più deboli si tramuta nel desiderio di evadere dalla realtà, magari proprio tramite l’assunzione di stupefacenti. Un fenomeno trasversale che colpisce quindi ogni fascia di età e ogni condizione sociale. Un uso importante di cocaina e eroina è un problema sociale che non va sottovaluto ma a mio avviso contrastato con una sensibilizzazione dei suoi effetti devastanti nelle scuole e,  laddove il degrado di alcuni quartieri è innegabile, con un contrasto serrato alla micro criminalità dello spaccio legata ad esso».

Silvia Gregori

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*