Due giovani richiedenti asilo del progetto Sprar incontrano gli alunni delle scuole di Moie | Password Magazine
Festival Pergolesi

Richiedenti asilo del progetto Sprar incontrano gli alunni delle scuole di Moie

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE – Due giovani richiedenti asilo, nelle Marche per il progetto Sprar – il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, cui Maiolati Spontini ha aderito insieme ad altri 21 Comuni del territorio – hanno vissuto una giornata di scambio e di riflessione insieme con gli alunni dell’Istituto comprensivo “Carlo Urbani” di Moie. Un’iniziativa organizzata dalla scuola e dalla cooperativa CoosMarche nell’ambito degli interventi di sensibilizzazione per la Giornata dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, che si è celebrata il 20 novembre.

Alla mattinata, che ha visto le classi seconde e terze della scuola secondaria incontrare i due giovani, Hassan e Abdolay, provenienti l’uno dal Ghana e l’altro dalla Sierra Leone, e gli alunni delle quinte della primaria assistere alla visione del film “Il sole dentro”, erano presenti per portare il saluto dell’Amministrazione il vicesindaco e assessore alla Pubblica istruzione Silvia Badiali e l’assessore ai Servizi sociali Irene Bini. A coordinare il progetto per la scuola, l’insegnante Andreina Carnuccio che ha coinvolto anche il Consiglio comunale dei ragazzi. “Il nostro Istituto – spiega la docente – da molti anni organizza per questa giornata momenti di riflessione attraverso visione di film o di documentari, attività che interessano tutti gli ordini di scuola, dall’Infanzia alla Secondaria di Primo Grado”.

Il vicesindaco Badiali ci tiene a ringraziare la scuola “per celebrare sempre in modo appropriato le ricorrenze. In particolare in questa occasione ai bambini sono stati dati spunti e sono stati incoraggiati a parlare e riflettere su quello che per loro è importante come l’istruzione, gli spazi sicuri per imparare e giocare, gli ambienti positivi in cui vivere. Le testimonianze dei giovani migranti hanno caratterizzato l’incontro come forte spunto di confronto su modi di vivere diversi e sui diritti fondamentali”.

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.