Banner Aprile IH Victoria

È lui o non è lui? Corsi e ricorsi di campagne elettorali

IL CORSIVO a cura di Marco Torcoletti

“Mi ritorni in mente”, un sottofondo che si addice alle parole del mio compagno di viaggio: «Sembra Bacci». Il riferimento è ai manifesti del candidato Pd. Dopo la campagna d’ascolto, inventata da Melappioni e ripresa dal commercialista, Pirani lancia Dillo a Osvaldo, che ricorda il ditelo a Bacci di cinque anni fa. Forse che qualcuno abbia letto Cronache del cambiamento alla Casa del Popolo?

Tra corsi e ricorsi, le varie forze in campo lavorano intensamente, sebbene la campagna elettorale non brilli in modo particolare rispetto ad un elettorato difficile, protagonista di un alto astensionismo in occasione delle precedenti consultazioni. Mal comune ma fino a un certo punto, giacché a profittarne potrebbe essere proprio Bacci, che ha tutto l’interesse ad evitare un innalzamento dei toni. Al centro destra, nonostante le spiccate personalità di Gregori e Lucaboni e le non poche iniziative già poste in essere, servirà molto di più per ampliare i margini del consenso, in una città sinora non troppo generosa verso l’area politica di cui sono espressione. Ricca di iniziative, Jesi in Comune rappresenta una novità significativa nel panorama della sinistra rimasta fuori dal Consiglio Comunale, ma la figura del candidato sindaco sembra rimasta un po’ in secondo piano, rispetto all’associazione che lo sostiene. “Shut up!”: ad intimare il silenzio non sono i Cinque Stelle, ancora privi di un candidato, bensì la radio della macchina, con un ardito volo passata da Lucio Battisti a The Black Eyed Peas.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.