Edilizia, misure per incentivare il recupero di vecchi edifici | | Password Magazine
Banner4Baffi

Edilizia, misure per incentivare il recupero di vecchi edifici

JESI – Sarà portato all’approvazione del prossimo Consiglio comunale un pacchetto di misure per incentivare il recupero del patrimonio edilizio esistente, favorendo non solo la ristrutturazione ma anche piccoli ampliamenti di edifici. L’occasione la fornisce l’aggiornamento quinquennale degli oneri di urbanizzazione, provvedimento che l’Area Servizi Tecnici ha predisposto con l’obiettivo di ampliare la gamma di agevolazioni. Nel determinare i nuovi contributi di costruzione, infatti, ci si è avvalsi della facoltà data dalla norma di procedere a delle riduzioni.

E così, nel proporre al Consiglio comunale di mantenere le tariffe precedenti, adeguate all’indice Istat obbligatorio per legge, si conferma la riduzione del 20% degli oneri per gli interventi di ristrutturazione ad edifici già esistenti in tutta la città, percentuale che sale al 40% se l’intervento è effettuato in un edificio del centro storico. Non solo: per la prima volta viene estesa la medesima percentuale di riduzione (20% in città, 40% nel centro storico) anche a modesti ampliamenti di edifici, nella misura massima del 20%. Con ciò si facilità anche l’applicazione del cosiddetto Piano Casa introdotto negli anni scorsi che consente appunto l’ampliamento degli edifici già presenti nel territorio urbano, proprio con l’obiettivo di ridurre altrove ulteriore consumo di suolo.

«La misura punta a favorire gli interventi di riqualifica sul vecchio, permettendo di recuperare l’esistente – sono le parole dell’assessore ai Lavori pubblici Roberto Renzi -. Applicabile sull’intero territorio comunale, il provvedimento potrà agevolare anche la riqualifica di quelle zone e aree degradate».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.