Elica, il sindaco incontra le segreterie territoriali di CGIL, CISL e UIL | Password Magazine

Elica, il sindaco incontra le segreterie territoriali di CGIL, CISL e UIL

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI  – Il sindaco Massimo Bacci ha invitato per il prossimo 22 aprile le segreterie territoriali di Cgil, Cisl e Uil ad un incontro per raccogliere le impressioni dei sindacati dei lavoratori sulla situazione del tessuto produttivo della zona. 

«La vertenza Elica – ha sottolineato Bacci – è solo l’ultimo tassello di una crisi allarmante rispetto alla quale è necessario un confronto per capire come provare ad arginare insieme una possibile deriva. Il piano industriale che prevede pesanti conseguenze per uno stabilimento della Vallesina e ricadute estremamente negative su tanti lavoratori di Jesi e del nostro territorio che in Elica lavorano, senza contare l’indotto, è un tema che va assolutamente affrontato sul tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico, con la Regione Marche protagonista. Agli enti locali del territorio, oltre ad esprimere piena e totale solidarietà a donne e uomini che si battono per la difesa del proprio posto di lavoro, spetta il compito di monitorare la realtà e capire come intraprendere iniziative che possano sostenere le attività produttive e l’occupazione. Non dimentico, in questo aspetto, anche altre vertenze in corso, come quella legata all’Hotel Federico II dove lavoravano oltre 50 dipendenti diretti ancora in attesa di capire quale sarà il loro destino futuro».

L’invito alle organizzazioni sindacali giunge all’indomani di un altro incontro, in modalità telematica, dove gli industriali della Vallesina hanno chiesto al sindaco ad illustrare lo stato di avanzamento lavori della fibra ottica alla zona industriale e artigianale di Jesi.

«La stesura della fibra ottica in tutta l’area della Zipa – ha dichiarato al riguardo Fabio Agabiti Rosei, presidente del Comitato Vallesina di Confindustria Ancona – è un forte segnale di attenzione dell’Amministrazione comunale verso il mondo industriale. La realizzazione di una rete in fibra ottica significa colmare il gap infrastrutturale del territorio e accompagnare l’innovazione di servizi fondamentali, come quelli connessi alla mobilità, all’istruzione, all’assistenza, agendo direttamente sull’aumento della competitività delle imprese. Il nostro auspicio è che la copertura della Zipa sia solo un primo passo verso l’estensione della fibra anche a tutte le altre aree della Vallesina».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.