Emergenza Coronavirus, scioperano i lavoratori delle aziende metalmeccaniche | | Password Magazine

Emergenza Coronavirus, scioperano i lavoratori delle aziende metalmeccaniche

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

ANCONA – Lunedì 16 Marzo, sciopero delle aziende metalmeccaniche della regione. La questione è di dimensione nazionale, ma nella realtà locale riguarderà Fiat, Caterpillar, Pieralisi, Bora ed Elica. 

Dopo le misure restrittive introdotte dal Governo per far fronte l’emergenza Coronavirus, fra cui l’obbligo di distanza interpersonale di almeno 1 metro, sono molti i dipendenti delle fabbriche che temono il contagio durante le oro di lavoro. Nelle aziende metalmeccaniche, infatti, dove si lavora lungo linee di montaggio, non è semplice mantenere la distanza di sicurezza.

«Ancora una volta vengono scaricate sulle persone le responsabilità che spetterebbero a chi governa ma evidentemente non ha la reale percezione di come si vive dentro le fabbriche e nei posti di lavoro generale, con il rischio che si trasformino in ulteriori focolai, si legge in una nota della Fiom Marche «che ritiene inaccettabile questo paradigma dove, anche in una situazione di emergenza sanitaria, resta al centro del profitto a discapito della salute di tutti». Lavoratrici e lavoratori metalmeccanici delle Marche incroceranno le braccia per 8 ore, in base alle esigenze delle singole realtà, una mobilitazione che darà copertura anche ad aziende non sindacalizzate.

Anche il partito di Rifondazione comunista si dice «preoccupato per la situazione drammatica che costringe i lavoratori e le lavoratrici, a subire una situazione da vittime sacrificali, invita allo sciopero ed alla tutela dell’integrità’ dei lavoratori. Anche in una situazione di emergenza sanitaria, è inaccettabile che rimanga al centro il profitto e non la salute come bene comune». 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.