Emergenza neve e sisma: salvati due anziani in difficoltà, trenta pecore e 17 cani a digiuno da giorni | | Password Magazine

Emergenza neve e sisma: salvati due anziani in difficoltà, trenta pecore e 17 cani a digiuno da giorni

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce


ASCOLI PICENO – Continua l’attività dei soccorritori nelle zone colpite dal sisma, una situazione aggravata dalla neve. Basti pensare che per soccorrere un gregge di trenta pecore a Colle San Marco di Ascoli Piceno, i carabinieri forestali hanno dovuto percorrere una lunga ciaspolata con oltre due metri e mezzo di neve. Gli animali non mangiavano da cinque giorni ma per fortuna sono stati liberati e nutriti. Nella stessa zona è stata salvata una novantenne rimasta bloccata a frazione Colle all’interno di un’abitazione priva di elettricità ed al gelo più totale. La donna è stata affidata ai parenti a Ascoli Piceno.  Con l’aiuto del soccorso alpino un altro anziano, 95 anni allettato e suo figlio di 55 anni, sono stati soccorsi poiché erano isolati e costretti a vivere da quattro giorni senza elettricità e al freddo a Santa Maria a Corte, circa 600 metri di altitudine. Le condizioni dell’anziano si sono aggravate nel corso della giornata ed è stato trasferito in ospedale. Diciotto setter e segugi sono stati salvati a Maletta di Comunanza: a chiedere disperatamente aiuto è stato l’allevatore che da cinque giorni non riusciva a raggiungere la zona e nutrire gli animali. Sono stati i locali forestali, dopo cinque ore di cammino, a raggiungere l’allevamento: uno dei cani non ce l’ha fatta mentre gli altri, stremati, sono stati alimentati.

Carabinieri Forestali di Fiastra che alimentano cavalli isolati, località Cicconi

Salvata anche una cucciolata appena nata, i cuccioli versavano in buone condizioni, ma la madre era palesemente denutrita a causa del lungo digiuno. Oggi pomeriggio, su richiesta del sindaco di Comunanza, i soccorritori sono arrivati a Tavernelle dove una famiglia aveva terminato le scorte di cibo. Nel nucleo familiare anche due ottantenni molto spaventati. I militari hanno provveduto a consegnare scorte alimentari sufficienti per superare l’emergenza neve.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.