E…State a Jesi, buona la prima. Jesi Centro: «Bilancio positivo»

JESI – E..state a Jesi fa il pieno: gente lungo Corso Matteotti, negozi aperti, bar e locali pieni di gente, in un clima pienamente estivo.

Un bilancio estremamente positivo per questo primo appuntamento di E..state a Jesi organizzato ogni giovedì di luglio da Jesi Centro, con la collaborazione dalla Cna di Jesi.

«Ieri sera è stato il primo appuntamento – spiega Andrea Riccardi, segretario della Cna di Jesi – e vedere i bar e i ristoranti pieni di gente, i negozi aperti con i clienti che acquistavano, il passeggio che dall’Arco arriva alla piazza del Duomo, non può che farci esultare e dire che i risultati di un lavoro di gruppo hanno portato i loro frutti. Di grande interesse e impatto emotivo i ragazzi della scuola Pergolesi che hanno suonato pianoforte, violino e flauto traverso lungo le vie del centro».

«Un bilancio estremamente positivo, oltre le nostre aspettative: è il nostro “anno zero”, la prima volta che facciamo questo tipo di iniziativa come commercianti di Jesi. Tantissima gente, la città ha vissuto una serata speciale, grazie anche alla collaborazione con la Scuola Musicale G.B Pergolesi – dice il presidente dell’associazione Jesi Centro Marco Broglia – Quattro postazioni dislocate in centro, dove alcuni artisti si esibivano con musica dal vivo, incantando la folla. Nello specifico, si ringraziano gli sponsor Andrea Pieralisi per Monteschiavo e Luca Paoletti per Banca Generali. Si è accesa una bella magia durante la serata».

Continua Broglia: «Il nostro primo obiettivo era quello di far rivivere il centro e, come riscontrato dagli stessi gestori dei locali e dai commercianti, sembra che ci siamo riusciti. Non ci sono state lamentele, le persone sono rimaste contente oltre che sorprese. Siamo molto contenti, soprattutto perché i nostri eventi in programma sono autofinanziati: il patrocinio del Comune, il contributo di CNA ed il coinvolgimento della Scuola Musicale sono le risorse del territorio che hanno contribuito al nostro progetto. Un ringraziamento va a loro e un riconoscimento va anche ai commercianti indipendenti, che hanno dovuto sacrificare il loro personale per la serata ma ne è valsa la pena».

Dulcis in fundo, l’esibizione del Maestro Giancarlo Aquilanti che, in vacanza a Jesi con la sua famiglia, di passaggio davanti al pianoforte allestito in piazza della Repubblica, ha improvvisato una serie di brani: «Perché non sono i jazzisti ad aver inventato l’improvvisazione» ha detto fra gli applausi del pubblico.

Prossimo appuntamento giovedì 12 luglio con negozi aperti fino a mezzanotte, aperitivi e cene di mare in centro città, musica in filodiffusione e manichini viventi. E per la Notte dei Saldi (sabato 7 luglio) negozi aperti dalle 21.30 alle 24.

 

A cura di Giovanna Borrelli

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*