Falconara, la maggioranza estromette il consigliere Baldassini | Password Magazine

Falconara, la maggioranza estromette il consigliere Baldassini

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

FALCONARA MARITTIMA – Falconara Marittima, la Giunta Comunale e le liste di maggioranza Uniti per Falconara, Falconara in Movimento e Direzione Domani hanno deciso di estromettere il consigliere comunale Marco Baldassini. A firmare il documento: il sindaco Stefania Signorini, il vice Raimondo Mondaini, gli assessori Valentina Barchiesi, Romolo Cipolletti, Marco Giacanella, Clemente Rossi, il presidente del Consiglio Comunale Goffredo Brandoni, i consiglieri Raimondo Baia , Luca Cappanera, Vincenza De Luca, Giorgia Fiorentini, Luca Grilli, Stefania Marini, Caterina Serpilli, Mario Zizzamia.

«In questi primi anni di legislatura del sindaco Signorini la nostra maggioranza si è sempre confrontata al proprio interno prima di prendere decisioni, ascoltando le idee di tutti i Consiglieri ed Assessori, sia in merito alle questioni da sottoporre al Consiglio Comunale, sia in merito a quelle ordinarie – si legge nel documento – . Il consigliere Baldassini fin dall’inizio della sua esperienza ha voluto interpretare e gestire il suo ruolo di Consigliere in maniera autonoma e approssimativa, con proposte spesso non contemplate dalla legge e dai regolamenti. Il più delle volte è andato per la sua strada non confrontandosi con altri della maggioranza, e/o prendendo iniziative ed avanzando proposte ambigue, non razionali, spinto da un desiderio smodato di protagonismo fine a sé stesso, non compatibili con lo status e con i doveri di un Consigliere Comunale e con le responsabilità che dovrebbe avere nei confronti dei cittadini.

Per questi suoi continui atteggiamenti è stato da tempo estromesso oltre che dal suo gruppo consiliare (FIM), anche dalle riunioni di maggioranza.

Ultimo in ordine di tempo, il suo voto di astensione sul bilancio di previsione 2020, approvato nella seduta del 30 aprile scorso. Non approvare il bilancio di previsione vuol dire dissociarsi in maniera chiara ed eclatante dalla linea politica e programmatica su cui si regge questa amministrazione.

Tutti i comportamenti assunti dal Baldassini sino ad oggi sono del tutto incompatibili non solo sul piano etico e delle proposte, ma anche con lo status e i doveri tipici di un Consigliere Comunale.

Rispettando le idee di tutti, teniamo a precisare che non c’è nessun regolamento comunale e/o Statuto che imponga ad un Consigliere di comunicare le motivazioni che lo hanno portato a prendere qualsiasi decisione, ma astenersi di per sé equivale a tutti gli effetti ad un’espressione di voto contrario all’attuale maggioranza.

A questo punto, però, è questa maggioranza che non intende avere al suo interno un soggetto che non vuole fare lavoro di squadra. Visto che il Consigliere non ha il “coraggio” di uscire spontaneamente dal gruppo (anche un Consigliere di opposizione in occasione proprio dell’ultimo consiglio comunale del 30 aprile gli ha chiesto se ancora facesse parte della stessa), sarà questo gruppo a non avere altra alternativa che dichiarare espressamente di non volerlo più al proprio interno.

Il dibattito e il confronto all’interno di un gruppo costituiscono le basi dell’azione politica, ma se un membro non è capace di lavorare in modo propositivo, collaborando in maniera costruttiva con tutti i suoi colleghi, è bene che non faccia più parte del gruppo.

Non vogliamo che i nostri cittadini ci accomunino alle iniziative e proposte del consigliere Baldassini, che agisce da tempo in maniera autonoma, formulando idee ed affermazioni dell’ultimo istante, che solo apparentemente vanno in direzione del benessere della città, elaborando proposte fantasiose e creando confusione; tutto ciò senza considerare i necessari equilibri di bilancio, come invece si pretenderebbe da ogni buon padre di famiglia. Oltretutto, queste sue “geniali” proposte finirebbero per essere respinte a seguito del doveroso ed obbligato controllo posto in essere dai funzionari comunali e dai revisori dei conti. Pertanto siamo a ribadire fermamente che la maggioranza politica della nostra città non ha proprio bisogno di “geni solitari”. Comunque formuliamo i nostri migliori auguri al consigliere Baldassini per la sua futura attività politica».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.